Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 832
MODICA - 01/05/2015
Attualità - Ancora "spese pazze" della giunta evidenziate dal consigliere D’Antona

Expo 2015 costa 183 mila euro ai modicani

La delibera sfora il limite dei dodicesimi di spesa consentiti visto che il Bilancio 2015 non è stato approvato Foto Corrierediragusa.it

Expo 2015 costa 183 mila euro al comune di Modica che ha deciso di allestire spazi espositivi in proprio al padiglione Italia e in quello dedicato al cacao e al cioccolato modicano. Una somma che è stata deliberata dall´amministrazione, di cui non si conoscono, almeno finora i dettagli, ma che fa già discutere. Non tanto sull´opportunità di essere presenti in una vetrina mondiale come Expo 2015 per promuovere immagine e prodotto caratterizzante del territorio quanto per una cifra che appare eccessiva soprattutto in relazione alla situazione finanziaria in cui versa l´ente. Si tratta ovviamente di denaro pubblico che peserà sulle tasche dei modicani, già oberati da troppe tasse. La circostanza sarebbe ancora più grave se la trasferta milanese dovesse trasformarsi in una passerella per molti che nulla o poco hanno a che fare con la promozione e la presentazione delle iniziative pensate per questo appuntamento. La domanda che si pone oggi, e che forse gli amministratori si sarebbero dovuto porre, è se l´investimento è compatibile con le attuali risorse finanziarie dell´ente e soprattutto se in un momento in cui si invocano a tutti i livelli moderazione e rigore nell´affrontare le questioni finanziarie di un ente si spendono senza colpo ferire quasi 200 mila euro per l´allestimento di uno stand, per spettacoli e dimostrazioni in un contesto seppur di assoluto livello.

Vito D´Antona pone questa e altre domande nella sua interrogazione al sindaco e ricorda a tutti, sindaco in primis, che anche in questa occasione la questione finanziaria dell´ente è stata affrontata in modo "politicamente irresponsabile e superficiale perchè per evitare il dissesto il comune ha approvato un Piano di Riequilibrio, che dopo oltre due anni, risulta ancora sottoposto all’esame del Ministero e della Corte dei Conti".
Rileva ancora il consigliere Sel: "Mentre i cittadini sono alle prese con le scadenze tributarie, dalla Tari all’acqua, senza contare la Tasi e fra poco l’Imu, oneri che stanno mettendo in difficoltà tantissime famiglie e piccole imprese, al Comune di Modica si continua a spendere senza alcun limite; e magari si partecipa alla protesta dei Sindaci per la riduzione dei trasferimenti dello Stato e della Regione".

La spesa per Expo 2015 è "in linea" (sotto il profilo dell´esagerazione) con quelle già fatte dall´amministrazione per l´estate modicana, ovvero 231 mila euro, 194 mila per Eurochocolate, 134 mila per il Natale e ultimamente ben 20 mila euro in pubblicità sulle emittenti televisive locali per la comunicazione istituzionale del´ente. Tra l´altro, evidenzia Vito D´Antona, la delibera per Expo 2015 sfora il limite dei dodicesimi di spesa consentiti visto che il Bilancio 2015 non è stato ancora approvato per cui potrebbe essere non legittima. Un motivo in più per chiedere il ritiro immediato della delibera e una riconsiderazione in nome della sana gestione economico finanziaria del comune.

Nella foto palazzo Italia a Expo 2015 a Milano