Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1419
MODICA - 27/04/2015
Attualità - Desta preoccupazione la condizione dell’impianto di depurazione modicano

M5S: "Struttura alternativa per depuratore Modica"

E’ la proposta del M5S che ha individuato un impianto mai completato e adiacente al depuratore. Critiche al sindaco per la negazione continua del grave stato di fatto Foto Corrierediragusa.it

Per risolvere il problema dell´inquinamento prodotto dal depuratore della Fiumara a causa degli sversamenti nel torrente Modica-Scicli il Movimento 5Stelle avanza una proposta. Durante il monitoraggio sull´impianto è stata, infatti, individuata, su indicazione dei residenti, una struttura abbandonata (nella foto) originariamente costruita a servizio del depuratore e destinata all´accumulo di acqua depurata da fornire agli agricoltori sciclitani. Questa si trova a poche decine di metri dal depuratore, infatti, la struttura abbandonata, mai entrata in funzione, costituita da grandi vasche di contenimento, di vecchi impianti di sollevamento in disuso e di un canale che, dipartendosi da tale sito si dirige proprio verso l’attuale depuratore.

Dice il M5S: " Bisogna valutare l’utilizzo di tale struttura come valvola di sfogo del depuratore al posto dell’attuale bypass, così da consentire la depurazione dell’acqua raccolta in tali vasche nei momenti di non troppo pieno e non sversare nel corso d´acqua. La struttura, seppur abbandonata, dai primi sopralluoghi pare in grado di poter assolvere a questa funzione. Potrebbe quindi essere questa una via d´uscita relativamente breve ed economica per le casse dell´Ente? Il M5S è pronto sin d’ora a dialogare con le varie parti in causa, coinvolgendo i deputati regionali e nazionali delle rispettive Commissioni Ambiente, per trovare una soluzione e per questo invita il sindaco, ad abbandonare i toni negazionisti, di un certo modo di fare politica e trovare una soluzione da intraprendere quanto prima". Il Movimento ha chiesto al presidente del Consiglio di convocare una seduta aperta del Consiglio comunale per affrontare il problema e risolverlo una volta per tutte.