Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 831
MODICA - 26/04/2015
Attualità - Intervengono sulla vicenda i consiglieri di opposizione

Ombre sul consorzio turistico di Modica per i soldi spesi

Anche il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune e il funzionario responsabile del settore turismo non hanno potuto verificare l’utilizzo delle somme versate dal Comune Foto Corrierediragusa.it

Fare subito chiarezza sulla gestione e le attività del Consorzio Turistico. La recente elezione del nuovo presidente con l´avvento di Francesco Frasca Polara (foto) e le dimissioni di Renato Nuccio ha riportato al centro dell´attenzione il Consorzio. Gli operatori aderenti erano stati i primi, tra l´altro, nel sollevare la questione relativa al mancato versamento delle quote della tassa di soggiorno da parte di molti operatori. Quattro consiglieri comunali: Vito D´Antona, Giovanni Spadaro, Carmelo Cerruto e Michele Colombo hanno chiesto al sindaco di relazionare in consiglio comunale in particolare sul modo in cui i proventi della tassa di soggiorno vengono spesi visto che l´ente rinuncia a tale entrata per il novanta per cento. Gli introiti per il Consorzio sono stati per gli anni 2013 e 2014 al Consorzio di circa 134 mila euro. Scrivono i consiglieri di opposizione: "Le critiche piovute sulla gestione del Consorzio da parte di alcuni operatori turistici, l’acquisto e il sequestro del pulmino, le recenti dimissioni del Presidente, le reiterate richieste inevase sulla rendicontazione delle spese effettuate con il denaro pubblico versato, l’ipotesi sulla evasione dell’imposta di soggiorno rappresentano fatti che devono essere chiariti in modo trasparente.

Anche il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune e il funzionario responsabile del settore turismo non hanno potuto verificare l’utilizzo delle somme versate dal Comune. Riteniamo che sia arrivato il momento che vengano bloccati tutti i versamenti verso il Consorzio e si chieda la restituzione delle somme versate".