Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 840
MODICA - 19/04/2015
Attualità - "Situazione gravissima come non si registrava da anni" secondo Piergiorgio Barone

Il depuratore di Modica non funziona e inquina torrente

I numerosi sopralluoghi di diversi soggetti sostengono la tesi del malfunzionamento Foto Corrierediragusa.it

Sindaco smentito. Il depuratore di contrada Fiumara non funziona come dovrebbe e i reflui finiscono nel torrente Modica Scicli, inquinandolo. Ad appena qualche settimana dalle assicurazioni del primo cittadino e del direttore della SpM che gestisce l´impianto della Fiumara sul presunto normale funzionamento dell´impianto, sono i residenti a ritornare sull´argomento e ad inchiodare l´amministrazione, ma anche gli altri enti che dovrebbero vigilare sul corretto funzionamento del depuratore, alle proprie responsabilità. Sul caso è intervenuto infatti il comitato di quartiere della Fiumara nella persona del presidente pro tempore Piergiorgio Barone, che segue da almeno venti anni le vicende del depuratore e che dice: "La situazione delle acque reflue di contrada Fiumara è gravissima, come non lo era da anni. Sono ormai oltre tre mesi (dalla fine del 2014) che quotidianamente (con interruzione di qualche manciata di ore al giorno o di qualche giorno) una grandissima quantità di acque reflue trattate solo sommariamente (utilizzazione solo del dissabbiatore e griglia per residui grossolani) finiscono nel torrente senza subire alcun trattamento chimico di disidratazione dei fanghi e clorazione dell’acqua".

Sulla questione si erano fatti sentire un mese fa anche i residenti e la sezione locale di Legambiente dicendo praticamente le stesse cose e documentando, ma non era assolutamente difficile, visto il flusso di acque reflue che finisce nel torrente attraverso il tubo del troppo pieno che si trova all´ingresso della vasca. Piergiorgio Barone ha fatto la sua analisi: "Pare che giunga all’impianto circa il 50 per cento di acqua in più rispetto a qualche mese fa. Da qui il sottodimensionamento dell’impianto che non riesce a sopperire a questo carico inaspettato.

La soluzione, sia la SpM che l’ing. Vindigni l’hanno trovata, ma è quella che qualsiasi persona non competente avrebbe proposto, cioè sversando acque reflue in eccesso non trattate nel torrente con la conseguente creazione di un inquinamento ambientale pericoloso per la salute degli abitanti: aria irrespirabile per i continui miasmi e inquinamento delle falde sotterranee per tutto il tratto del Mothucano, fino al mare. Tutto questo mentre si permette alle autobotti espurgo pozzi di scaricare il liquame concentrato presso l’impianto preferendo la Fiumara a Maganuco come è avvenuto per diversi anni nel passato".

Insomma situazione insostenibile ma soprattutto mancanza di idee e di progetti a palazzo S. Domenico dove si preferisce invece rassicurare, ma solo a parole, mentre le acque reflue si sversano e il depuratore inquina non solo il territorio di Modica, ma anche quello di Scicli. Il comitato della Fiumara non ci sta e chiederà al sindaco ed ai tecnici un incontro urgentissimo e chiarificatore su tutta la vicenda non accontentandosi d rassicurazioni verbali, ma pretendendo solo una adeguata documentazione che superi tutti i dubbi e le perplessità sul funzionamento dell´impianto.

La vicenda era stata evidenziata anche in consiglio comunale da Ivana Catsello del Pd con tanto di video proiettato in aula sugli sversamenti che il sindaco aveva attribuito alla stagione delle piogge. Ora di pioggia non ce n´è più ma gli sversamenti proseguono, come appurato dal comitato dei residenti e di recente anche dal Movimento 5 Stelle, con tanto di sopralluoghi (vedere articolo seguente).

IL SOPRALLUOGO DI M5S SUL MALFUNZIONAMENTO DEL DEPURATORE
M5S Modica lo scorso primo aprile ha effettuato un sopralluogo al depuratore di contrada Fiumara. Durante la visita sono stati esposti i problemi della struttura da parte dei tecnici addetti alla gestione. Secondo i tecnici il depuratore funziona benissimo ma quando piove l’eccessiva quantità di acqua viene riversata senza alcun trattamento sul corso d’acqua della Fiumara. A fronte di ciò, a detta dei tecnici, il disservizio si verificherebbe solo ed esclusivamente in presenza di forti piogge, che porterebbero a saturazione le vasche, sversando l’acqua fognaria nel torrente della Fiumara. Il sindaco, durante il consiglio comunale del 16 marzo scorso, aveva risposto a un’interrogazione del consigliere comunale Pd Ivana Castello, sostenendo che lo sversamento delle eccedenze si era verificato solo ed esclusivamente per quattro ore durante le forti piogge del mese scorso. "I sopralluoghi effettuati dagli attivisti M5S, dal primo al 10 aprile - si legge nella nota dei grillini - rivelano invece un’altra realtà, ovvero che gli sversamenti fognari di liquidi non trattati si verificano in continuazione, pregiudicando il sistema naturale della Fiumara e danneggiando la salute di chi abita nei pressi e anche degli abitanti di Scicli, città nella quale arrivano le acque del torrente.

Il sindaco - si continua a leggere testualmente nella nota - mente spudoratamente sapendo di mentire e insieme ai responsabili dell’impianto non adempie al suo dovere di denunciare l’effettivo stato delle cose, mettendo a serio rischio la salute pubblica. Il depuratore di Modica non è correttamente dimensionato, a causa dell’enorme e incontrollata crescita del comune e non riesce a trattare tutti i reflui fognari che vi giungono, ma solo una parte. A complicare la situazione anche i continui conferimenti delle ditte espurgo pozzi Imof, che scaricano quantità concentrate di reflui, tali da aumentare il carico del depuratore, in una situazione già critica. Un problema sicuramente strutturale e non contingente - scrive ancora il Movimento 5 Stelle nella nota - tale da allarmare la popolazione tutta, che deve sapere che gli scarichi fognari, almeno in parte, non vengono trattati e inquinano non solo il corso d’acqua e l’ambiente naturale che porta a Scicli, ma anche il mare, su cui si basa buona parte del nostro turismo estivo".

Il depuratore andava già da tempo ammodernato, ma evidentemente i lavori svolti, non hanno risolto il problema. A tal fine il M5S Modica chiede al sindaco di accollarsi le proprie responsabilità e di predisporre immediatamente interventi di contenimento del danno ambientale causato dallo sversamento di enormi quantità di acqua fognaria non trattata. I residenti di contrada Fiumara sono stanchi di questa situazione, che non danneggia solo loro, ma tutta la collettività.