Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 974
MODICA - 11/04/2015
Attualità - Salute pubblica a rischio per gli attivisti sia a Modica che a Scicli

M5S: "Abbate mente sul depuratore che inquina"

I residenti sono stanchi di questa situazione, che non danneggia solo loro, ma tutta la collettività Foto Corrierediragusa.it

Il M5S Modica lo scorso primo aprile ha effettuato un sopralluogo al depuratore di contrada Fiumara. Durante la visita sono stati esposti i problemi della struttura da parte dei tecnici addetti alla gestione. Secondo i tecnici il depuratore funziona benissimo ma quando piove l’eccessiva quantità di acqua viene riversata senza alcun trattamento sul corso d’acqua della Fiumara (foto). A fronte di ciò, a detta dei tecnici, il disservizio si verificherebbe solo ed esclusivamente in presenza di forti piogge, che porterebbero a saturazione le vasche, sversando l’acqua fognaria nel torrente della Fiumara. Il sindaco, durante il consiglio comunale del 16 marzo scorso, aveva risposto a un’interrogazione del consigliere comunale Pd Ivana Castello, sostenendo che lo sversamento delle eccedenze si era verificato solo ed esclusivamente per quattro ore durante le forti piogge del mese scorso. "I sopralluoghi effettuati dagli attivisti M5S, dal primo al 10 aprile - si legge nella nota dei grillini - rivelano invece un’altra realtà, ovvero che gli sversamenti fognari di liquidi non trattati si verificano in continuazione, pregiudicando il sistema naturale della Fiumara e danneggiando la salute di chi abita nei pressi e anche degli abitanti di Scicli, città nella quale arrivano le acque del torrente.

Il sindaco - si continua a leggere testualmente nella nota - mente spudoratamente sapendo di mentire e insieme ai responsabili dell’impianto non adempie al suo dovere di denunciare l’effettivo stato delle cose, mettendo a serio rischio la salute pubblica. Il depuratore di Modica non è correttamente dimensionato, a causa dell’enorme e incontrollata crescita del comune e non riesce a trattare tutti i reflui fognari che vi giungono, ma solo una parte. A complicare la situazione anche i continui conferimenti delle ditte espurgo pozzi Imof, che scaricano quantità concentrate di reflui, tali da aumentare il carico del depuratore, in una situazione già critica. Un problema sicuramente strutturale e non contingente - scrive ancora il Movimento 5 Stelle nella nota - tale da allarmare la popolazione tutta, che deve sapere che gli scarichi fognari, almeno in parte, non vengono trattati e inquinano non solo il corso d’acqua e l’ambiente naturale che porta a Scicli, ma anche il mare, su cui si basa buona parte del nostro turismo estivo".

Il depuratore andava già da tempo ammodernato, ma evidentemente i lavori svolti, non hanno risolto il problema. A tal fine il M5S Modica chiede al sindaco di accollarsi le proprie responsabilità e di predisporre immediatamente interventi di contenimento del danno ambientale causato dallo sversamento di enormi quantità di acqua fognaria non trattata. I residenti di contrada Fiumara sono stanchi di questa situazione, che non danneggia solo loro, ma tutta la collettività.