Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 758
MODICA - 10/07/2008
Attualità - Modica - Chiesti lumi sul progetto di riqualificazione della ex ss 115

Consorzio chiama sindaco:
Antonello, rispondi!

Il presidente Carpentieri auspica un incontro urgente Foto Corrierediragusa.it

Tempi certi sul progetto di riqualificazione dell’asse urbano della ex statale 115. E’ quanto chiesto dal consorzio «Polocommerciale» al sindaco Antonello Buscema, con il quale viene auspicato un incontro urgente per fare il punto della situazione.

«Già lo scorso 13 giugno ? si legge nella nota del consorzio ? avevamo chiesto un confronto con il commissario straordinario Giovanni Bologna, una volta appreso della mancata concessione del mutuo da parte della cassa depositi e prestiti, a suo tempo approvato dal consiglio comunale per concretizzare il progetto. Il commissario ? prosegue la nota ? ci aveva assicurato per iscritto circa una settimana fa che lo schema di bilancio prevedeva la realizzazione dell’opera e che, per quanto riguarda il finanziamento, lo stesso Bologna aveva più volte chiesto notizie sullo stato della pratica. Visto che ad oggi ? conclude la nota ? non abbiamo ottenuto alcuna risposta, auspichiamo un incontro per confrontarci sul da farsi e concordare eventuali provvedimenti per ottenere maggiori certezze da parte della cassa depositi e prestiti».

Il presidente del consorzio Girolamo Carpentieri (nella foto) ritiene la realizzazione dell’opera ormai improcrastinabile per continuare a garantire lo sviluppo dell’economia locale. L’incontro tra il sindaco e il consorzio dovrebbe altresì rivelarsi utile per avviare un confronto sulle modalità di gestione della viabilità nel quartiere Sacro Cuore, alla luce dei disagi patiti da automobilisti e commercianti a causa dei lavori di allargamento di via Risorgimento e di rifacimento della rete idrica.