Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:27 - Lettori online 729
MODICA - 15/03/2015
Attualità - Finalmente in funzione il "Grande fratello"

Trenta telecamere al quartiere San Paolo a Modica

Si prevede di coprire a breve anche altre zone grazie all’installazione di telecamere previste dal progetto "Mille occhi sulla città" Foto Corrierediragusa.it

Il nuovo sistema di videosorveglianza del quartiere S. Paolo e di piazza Matteotti è attivo. E´ costituito da 30 telecamere che coprono una vasta zona compresa tra le vie Santa, Pellico, Lavinaro S.Paolo, Correri , Albanese e piazza Campailla. Altre due telecamere di tipo "speed dome", ovvero orientabili a 360°, copre inoltre tutta piazza Matteotti. Si tratta di una strumentazione ad alta definizione che riesce a mettere a fuoco anche a distanza le caratteristiche somatiche delle persone. Tutte le telecamere sono collegate alla centrale operativa del comando dei vigili urbani (foto) e prossimamente anche alla sala operativa della questura e dei carabinieri. Il sistema funziona via etere e non via cavo e quindi a costo zero in ambito di trasmissioni dati. Il sistema è costato 39 mila euro, può contare su una memoria di 8 terabyte e immagazzina immagini per la durata di quaranta giorni.

Si prevede di coprire a breve anche altre zone grazie all´installazione di telecamere previste dal progetto "Mille occhi sulla città" che dovrebbe entrare in funzione entro la metà del prossimo mese nella zona di Santa Marta, nella via Carlo Papa, al San Martino e a San Giovanni a Modica Alta. L´occhio elettronico raggiungerà pure Frigintini e gli incroci che portano a Marina di Modica.