Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 807
MODICA - 02/03/2015
Attualità - Mille 200 studenti sul "piede di guerra"

In autogestione studenti istituto alberghiero Modica

Molteplici le problematiche sul tappeto a cominciare dall’edilizia scolastica Foto Corrierediragusa.it

Studenti in autogestione da ieri nelle due sedi dell´Istituto Professionale Alberghiero e per l´Agricoltura «Principi Grimaldi». La protesta durerà fino a giovedì prossimo. Molteplici le problematiche sul tappeto a cominciare dall´edilizia scolastica. I circa mille 200 studenti si trovano a convivere in due sedi inadatte, quella centrale di Viale Oleandri, e il plesso di Via Salvatore Minardo. L´alta densità della popolazione scolastica ha costretto, per mancanza di aule, ad utilizzare un´area precedentemente abbandonata, oggi denominata Plesso Gamma, dove spesso gli allievi sono costretti ad uscire dalle classi perchè scoppia la fognatura con conseguenze immaginabili. Nel plesso distaccato di via Minardo, a parte le pessime condizioni degli infissi, si lamenta l´assenza di un collegamento internet o wi fi, oramai necessario per svolgere qualsiasi attività. «Non comprendiamo – dicono gli studenti – come la Provincia Regionale di Ragusa, possa pagare una cifra che risulta essere esorbitante ad un privato, per ritrovarci in locali angusti e inadatti.

Sono costi che influiscono sui bilanci della comunità e delle nostre famiglie perchè sono i nostri genitori, alla fine, a pagare». Mancano le attrezzature per la palestra, nella sede che ospita la sezione Agraria le serrande sono abbondantemente danneggiate. «Abbiamo organizzato corsi di tutoraggio – spiega Romeo Fortunato, rappresentante d´istituto degli studenti – attraverso i quali le classi quinte e quarte, lasciando l´impianto didattico invariato, seguendo, dunque, le lezioni, spiegano i contenuti della protesta ed aiutano i loro colleghi più giovani». Organizzato anche un servizio di sorveglianza con vari turni, per garantire la sicurezza a scuola.

Il «Principi Grimaldi» è l´istituto più densamente popolato della provincia ed annovera studenti provenienti anche dalle province di Siracusa e Caltanissetta oltre che dai diversi comuni iblei che, dunque, sostengono sacrifici anche sotto l´aspetto della mobilità per raggiungere scuola e tornare a casa.