Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 608
MODICA - 26/02/2015
Attualità - Cantiere fermo per motivi sconosciuti

Stop ai lavori da 2 mesi e la scuola va in malora a Modica!

Il danno denunciato dalla ditta è di circa 40 mila euro
Foto CorrierediRagusa.it

Cantiere fermo e la scuola va in malora. Succede al plesso della scuola elementare di corso Garibaldi (foto) dove da quasi due anni sono stati avviati i lavori per il recupero e la conservazione dell´imponente immobile. La chiusura dell´edificio ha comportato lo spostamento delle aule nei locali dell´ex Tribunale in corso Umberto ma proprio quando i lavori sembravano in dirittura d´arrivo il cantiere è stato chiuso. Dall´inizio dello scorso dicembre infatti non si è visto più nessuno in corso Garibaldi ed il maltempo di questi mesi non ha mancato di procurare danni. Balconi e finestre sui due piani dell´edificio sono stati lasciati aperti, ci sono gli infissi ma non ci sono vetri e le aperture non sono state tamponante. La pioggia sospinta dal vento ha invaso corridoi e aule con tutte le conseguenze del caso in un edificio che all´interno è stato ristrutturato e sarebbe in linea molto teorica pronto.

Incuria, trascuratezza e superficialità hanno così determinato danni e non si capisce bene a chi attribuire le responsabilità che vengono palleggiate tra i contraenti. Tutto da vedere se gli effetti di questa cattiva manutenzione avranno ripercussioni sulla ripresa dei lavori che l´Ufficio di Protezione Civile di Ragusa nel settembre del 2013 ha appaltato per 927 mila euro. L´impresa ha lamentato negli ultimi mesi un danno di circa 40 mila euro per il furto di cavi di rame e da allora non ha più ripreso i lavori lasciando tutto in uno stato di abbandono testimoniato all´esterno dai fogli di copertura in plastica delle transenne e dei ponteggi che sono volati via giorno dopo giorno procurando anche intralci alla circolazione e a residenti nella zona.

E´ all´interno tuttavia che gli agenti atmosferici hanno inciso di più considerando che si tratta di una struttura rifatta e rimessa a nuovo. Tutto da vedere se e quando l´impresa riprenderà i lavori visto che con l´ente appaltante sembra in corso un contenzioso. Sta di fatto che la scuola versa in uno stato di abbandono e il termine del 17 marzo 2015 fissato per la consegna non potrà essere certamente rispettato.