Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1161
MODICA - 10/02/2015
Attualità - L’ente paga a vuoto i ponteggi con denaro pubblico

Lavori fermi a palazzo De Naro Papa a Modica: perchè?

Il consigliere comunale Ivana Castello paventa responsabilità sulla vicenda Foto Corrierediragusa.it

Perchè i lavori di restauro della copertura a tetto del palazzo De Naro Papa di proprietà del comune a Modica Alta, di fronte alla chiesa di San Giovanni, sono fermi da 18 mesi? Se lo chiede il consigliere comunale del Pd Ivana Castello in una interrogazione. I lavori furono consegnati alla ditta appaltatrice il 19 novembre 2012 e sospesi il 21 dicembre per prevenire danni da infiltrazioni di acque piovane. I lavori furono ripresi, sotto l´egida di questa amministrazione, l´8 agosto 2013 per poi essere sospesi 20 giorni dopo e da allora mai più ripresi. Perchè? "La sospensione dei lavori - dice la Castello - è stata motivata col fatto che gli accertamenti compiuti in fase progettuale erano carenti per molteplici omissioni. Il tetto è stato temporaneamente coperto con un foglio di polietilene trasparente, insufficiente (per spessore e resistenza) a resistere ai venti e a deviare le acque piovane, per cui hanno luogo continue infiltrazioni. La sospensione dei lavori e la copertura provvisoria - prosegue il consigliere permangono inspiegabilmente da 18 mesi mentre attorno all´immobile sono strutturati dei ponteggi di ferro (foto) che il comune paga a vuoto (con denaro pubblico)".

Ivana Castello intende nel dettaglio conoscere le ragioni per cui i lavori sono stati sospesi e se sussistano responsabilità personali in merito agli accertamenti compiuti in sede di progettazione degli interventi e inoltre se le somme finanziate per l´opera sono ancora nella disponibilità del Comune".