Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 848
MODICA - 26/01/2015
Attualità - Fondi ex Insicem buttati buttati... al vento

Modica perde un milione e mezzo di fondi ex Insicem

Le note di disappunto dei consiglieri Caruso e D’Antona
Foto CorrierediRagusa.it

Il progetto dell´ampliamento della zona artigianale di Michelica (foto) è fuori tempo massimo per accedere ai finanziamenti assicurati con i fondi ex Insicem. Il progetto è arrivato infatti solo una settimana fa in Commissione Urbanistica per essere preso in esame e dovrà poi essere votato dal consiglio comunale prima di essere inoltrato al commissario straordinario della Provincia per l´eventuale finanziamento. Per il consigliere Pd Andrea Caruso, non c´è più niente da fare: "Mi duole constatare che l’azione politica dell´amministrazione non è stata tempestiva, nonostante gli avvertimenti in Consiglio Comunale soprattutto dal Consigliere Vito D’Antona che più volte in questi mesi è tornato sull’argomento. Ormai il danno è fatto". Il progetto infatti per essere ammesso a finanziamento doveva essere "cantierabile", ovvero pronto per l´indizione della gara di appalto, ma così non è stato.

Modica perde quindi un milione e mezzo di euro che in prima istanza era stato destinato all´ampliamento di Michelica ed in seconda battuta di parte del milione 900 mila euro dei ribassi d´asta che avrebbe potuto ottenere così come previsto dall´accordo di programma. Il milione e mezzo derivava dalla volontà espressa dal comune di rinunciare alla zona artigianale di Modica Alta per concentrare la spesa su Michelica. L´unico atto da adempiere sarebbe stato la redazione del progetto esecutivo ma così non è stato.

Rileva Vito D´Antona: "In assenza di un progetto esecutivo a causa dei ritardi accumulati dal Comune di Modica, l’Assemblea a Ragusa (sembra anche con il voto favorevole del Sindaco di Modica) ha destinato le prime somme maturate dai ribassi d’asta un milione 900 mila euro verso altri progetti. E´ così che Modica non ha potuto utilizzare i primi finanziamenti disponibili e dovrà aspettare, solo dopo che l’Amministrazione sarà capace di dotarsi di un progetto, altre somme da futuri ribassi, la cui entità e il momento non possono prevedersi perché dipendenti dalle gare d’appalto delle opere che gli altri enti bandiranno".