Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1521
MODICA - 25/01/2015
Attualità - Il vescovo Antonio Staglianò ha dato l’annuncio nel corso della giornata della Comunicazione

Elevato a Basilica il Santuario di Modica

Diventerà non solo luogo esemplare dell’azione liturgica ma anche luogo operoso di carità verso i più poveri con la nascita di una mensa per i più bisognosi Foto Corrierediragusa.it

Il santuario della Madonna delle Grazie (nella foto) è stato elevato a Basilica Minore. E´ stato il vescovo di Noto, mons. Antonio Staglianò, ad annunciare la notizia che riveste per tutta la comunità religiosa particolare significato. La Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei sacramenti, nel decreto di elevazione ha anche chiarito il significato particolare che hanno alcune importanti chiese per antichità, valore artistico, spiritualità intensa, per essere luogo di pellegrinaggio cristiano, per la loro speciale importanza per la vita liturgica e pastorale. La Basilica minore esprime il particolare vincolo di comunione che la unisce alla cattedra di Pietro. Le Basiliche Minori nel mondo sono circa 1600.

Mons. Staglianò ha sottolineato che questo riconoscimento ha per la chiesa di Noto un grande significato spirituale e sociale; il Santuario Basilica della Madonna delle Grazie diventerà non solo luogo esemplare dell’azione liturgica ma anche luogo operoso di carità verso i più poveri con la nascita di una mensa per i fratelli più bisognosi.

Nella Basilica sarà promossa la formazione liturgica dei fedeli e
le celebrazioni liturgiche dovranno essere svolte con grande cura e per sottolineare l’unità con la cattedra romana di Pietro, saranno celebrate, ogni anno, con particolare cura la festa della cattedra di San Pietro, la solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, l’anniversario dell’elezione o dell’inizio del supremo ministero pastorale del Romano Pontefice.Nella Basilica i fedeli possono lucrare l’indulgenza plenaria (anniversario della dedicazione della basilica, giorno della celebrazione liturgica, solennità dei santi apostoli Pietro e Paolo, anniversario della concessione del titolo di basilica, una volta all’anno nel giorno stabilito dall’ordinario del luogo e nel giorno, liberamente scelto, da ogni fedele) e sul timbro della basilica, sulla suppellettile e sugli stendardi si può usare il simbolo pontificio delle chiavi incrociate.