Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 828
MODICA - 28/12/2014
Attualità - Proteste dei residenti che hanno chiesto controlli da parte delle Forze dell’ordine

A Modica e Scicli musica ad alto volume che disturba

Le ordinanze sindacali che regolamentano l’intrattenimento musicale nei locali valgono solo nel periodo estivo? Foto Corrierediragusa.it

Musica per tutti i gusti e fino a notte fonda. Non c´è pace per i residenti nei centri storici di Modica e Scicli dove abbondano i locali di ritrovo che intrattengono la propria clientela con dee-jay e musica a tutto volume. A Modica via Grimaldi pullula di giovani e i titolari degli esercizi commerciali che insistono sulla strada ai piedi della chiesa di S. Pietro hanno messo a punto un programma che si protrarrà fino all´Epifania ottenendo il placet dell´amministrazione.

Mentre i giovani ballano, bevono e si intrattengono con i propri amici il volume delle casse è al massimo ed arriva fin dentro le case fino alle prime ore del mattino. A nulla sono valse le proteste dei residenti al Comando dei Vigili urbani e c´è da chiedersi chi autorizza l´intrattenimento musicale fino alle ore piccole senza attuare i dovuti controlli. La stessa storia si propone a Scicli dove nel quadrilatero attorno a via Mormina Penna, via Spadaro e Barone La Rocca i locali non si fanno scrupoli di sorta. Alcuni residenti hanno chiamato la locale Tenenza dei Carabinieri ed una pattuglia è intervenuta invitando i titolari di alcuni locali a moderare il volume ma gli episodi si susseguono e tra residenti e commercianti è guerra aperta.

La gestione dei centri storici da parte delle amministrazioni è lasciata alla libera interpretazione ed ognuno si sente autorizzato a fare di testa propria senza tenere in conto le esigenze di chi la sera vorrebbe riposare. Le ordinanze emesse dai sindaci valgono solo nel periodo estivo?