Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 839
MODICA - 19/11/2014
Attualità - Il primo giorno è stato una sorta di via Crucis

Stress a Modica per la nuova viabilità

Per i due consiglieri adesso è opportuno rendere anche via Sacro Cuore a doppio senso di marcia Foto Corrierediragusa.it

E´ stata una sorta di via Crucis la nuova viabilità nel primo giorno messa in vigore al quartiere Sorda. Code lunghe alle ore di punta, automobilisti stressati e disorientati dai nuovi (gli ennesimi e si auspica pure ultimi) sensi di marcia cambiati all´incrocio di piazza Libertà. Molte le lamentele degli automobilisti per l´approssimazione con cui è stata gestita la nuova situazione. In piazza Libertà, in particolare, è tornato tutto come prima, con il ripristino del senso di circolazione interamente antiorario (a giugno, come si ricorderà, era stata modificata la direzione dei sensi unici, in coincidenza con la chiusura del Ponte), per cui nel tratto antistante l’edicola ora si andrà da via Resistenza Partigiana verso via San Giuliano, e in quello tra via Sacro Cuore e via Resistenza Partigiana, si seguirà proprio questa direzione, salendo verso via Risorgimento. Ma la novità più rilevante è l’abolizione del senso unico in via Resistenza Partigiana, nel tratto che va dall’incrocio con via Aldo Moro fino a quello con piazza Libertà: qui, infatti, il senso unico verso la piazza c’era ormai da diversi anni (a questo provvedimento si sommano, nell’ordinanza della Polizia Municipale, i divieti di sosta permanente nella via Aldo Moro per un tratto di venti metri dall’intersezione con la via Resistenza Partigiana, direzione Via Sacro Cuore, e nel tratto della via Resistenza Partigiana compreso tra i civici 19 e 19 F).

Le novità sono finalizzate alla sperimentazione di una rotatoria temporanea, realizzata semplicemente tramite la collocazione di barriere jersey, all’incrocio tra via Resistenza Partigiana e via Aldo Moro. Inviperiti i commercianti dell’ultimo tratto di via San Giuliano, che da circa un anno – da quando l’Amministrazione ha fatto le prime modifiche alla viabilità in questa zona – combattono una battaglia per il ripristino del senso unico, in direzione Sorda-Modica bassa.

Intanto i consiglieri comunali Andrea Caruso e Michele Colombo ritengono sia giunto il momento di ripristinare il doppio senso di marcia per tutta la via Sacro Cuore da Piazza Libertà sino all´intersezione con la via Aldo Moro. "Siamo convinti - scrivono - che adesso tutto questo sia possibile grazie all´apertura di nuove vie alternative, quali la via Sipione, e da ultimo il doppio senso in via Resistenza Partigiana sino a Piazza Libertà. D´altronde in via S. Cuore il senso unico per file parallele nella pratica non ha mai funzionato. I residenti e soprattutto i commerciati della zona hanno pagato un tributo troppo elevato e non ci sembra corretto che continuino a subirlo invano. Stesso discorso - proseguono i due consiglieri - vale anche per la via Peppino Impastato che ha tutte le caratteristiche per essere percorsa in entrambi i sensi di marcia. Ciò oltretutto consentirebbe di ripristinare in via S. Giuliano l´originario senso di marcia. Invitiamo pertanto l´amministrazione - concludono Caruso e Colombo - ad attivarsi quantomeno per una sperimentazione significativa".