Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1163
MODICA - 13/06/2008
Attualità - Modica - Se ne riparlerà forse nel 2010

Niente anello stradale al Polo commerciale: manca il mutuo

Girolamo Carpentieri: "Siamo molto amareggiati" Foto Corrierediragusa.it

Non c’è il mutuo. Del nuovo anello stradale del polo commerciale se ne riparlerà nel 2010. « C’è molta amarezza in noi ? dice il presidente dell’associazione del polo commerciale Girolamo Carpentieri ? Sapevamo che la cassa depositi e prestiti non aveva concesso il mutuo di quattro milioni per il progetto. Vorremmo capire di chi sono le responsabilità; certamente è un colpo duro per il futuro del commercio in città.

Siamo arrabbiati, molto arrabbiati ma con la coscienza a posto perché noi sappiamo di avere fatto tutto quello che ci competeva. Non ho avuto modo di leggere le motivazioni per le quali la cassa depositi e prestiti non ha concesso il mutuo ma a questo punto non mi interessa. Bene che vada per realizzare il progetto dovremo attendere il 2010 se non il 2011 visto che l’appalto parla di diciotto mesi per il completamento dei lavori».

Vito D’Antona, consigliere comunale, è andato a spulciare tra la corrispondenza tra palazzo S. Domenico e la cassa depositi e prestiti ed ha avuto la certezza della mancata concessione del mutuo, che la giunta comunale aveva richiesto il 15 gennaio dello scorso anno. « Dopo tre mesi dalla richiesta di concessione del mutuo ? precisa D’Antona - il funzionario responsabile ha provveduto a ritirare la delega del pagamento a favore della cassa depositi e prestiti, la cui rata sarebbe scaduta alla fine di questo mese».

Secondo il consigliere D’Antona il funzionario ha ritirato la delega perché la cassa non aveva dato alcuna comunicazione né tantomeno spiegato le ragioni della mancata concessione del mutuo. Tra funzionari ed ex amministratori è sempre più ricorrente l’impressione, comunque non suffragata da comunicazioni ufficiali, che la situazione debitoria del comune abbia influito in modo decisivo sulla mancata erogazione della somma.

Se questa ipotesi fosse confermata sarebbe un fatto grave e la conferma che lo stato delle casse comunali è sotto osservazione. D’Antona ha chiesto un incontro con il commissario e le associazioni di categoria mentre Girolamo Carpentieri ammonisce « Il nuovo sindaco ci dovrà dire cosa intende fare. Lo talloneremo da vicino».


PER UNA SETTIMANA MODICA ALTA INACCESSIBILE DA CORSO SAN GIORGIO

Resterà chiuso per almeno una settimana il tratto di corso S. Giorgio che porta a Modica Alta. I collegamenti tra la parte bassa e la parta alta della città sono possibili infatti attraverso la via Fontana o utilizzando il viadotto. Il cantiere per il consolidamento delle arcate del corso S. Giorgio prosegue infatti a pieno ritmo i lavori e in questi giorni sta eseguendo delle indagini sui piloni portanti della strada.

L’appalto riguarda la messa in sicurezza dell’arteria ed in particolare delle arcate in pietra calcare dura che sostengono la carreggiata. L’impresa ha completato già la prima parte del corso S. Giorgio e sta proseguendo in direzione Modica Alta; l’intervento ha imposto la chiusura al traffico che ha tagliato in due la città e costretto numerosi residenti ad un lungo giro dalla via Fontana per arrivare al centro.

Il tratto di corso San Giorgio interdetto al traffico veicolare