Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 586
MODICA - 16/09/2014
Attualità - Incalza Nicola Bono, ma finora nessuna risposta al quesito

Il busto di Quasimodo non si trova, il sindaco non sa

Viene lamentato il precario stato di conservazione della Stanza della Poesia Foto Corrierediragusa.it

Dov´è il busto di Salvatore Quasimodo (foto)? Se lo chiede Nicola Bono ed un folto gruppo di estimatori del Nobel modicano per la Letteratura chiedendo al sindaco di Modica notizie certe sull´opera realizzata agli inizi degli anni 90´ da Francesco Messina, il famoso scultore etneo, pagato venti milioni di lire dall´allora amministrazione comunale. Il parlamentare avolese di origini modicane ha posto la questione su sollecitazione di alcuni cultori della poesia quasimodiana che in una recente visita alla Stanza della Poesia, allestita presso il palazzo della Cultura, non hanno trovato traccia del busto nè hanno avuto esaustive risposte da parte del personale addetto. La Cooperativa Etnos che gestisce la Stanza della Poesia e Casa Quasimodo ha anche sollevato il caso del busto di Francesco Messina alcuni mesi fa e non ha avuto risposta.

Nè il sindaco nè l´assessore alla Cultura hanno saputo dare informazioni plausibili sulla questione tanto da indurre Nicola Bono a prendere carta e penna e scrivere che il sindaco ha riferito: "di non essere a conoscenza dell’esistenza dell’opera d’arte, ovvero di non sapere il luogo di conservazione da parte del Comune, e comunque di non avere il tempo per cercare la delibera utile a ripercorrere l’iter burocratico relativo al busto bronzeo, e poter fare luce sugli affidatari della stessa, e quindi risalire ai luoghi di conservazione". Una spiegazione che ha lasciato di stucco il parlamentare e lo ha indotto a recapitare al sindaco di Modica una lettera pubblica per fare definitivamente chiarezza sulla questione".

Nella stessa lettera viene lamentato il precario stato di conservazione della Stanza della Poesia, aperta di recente al pubblico, visto che alcuni pannelli sono solo parzialmente fruibili e funzionanti. La Stanza della Poesia inaugurata nel 2000 nell´ambito delle iniziative per l´istituzione Parco Letterario Salvatore Quasimodo è di proprietà della Cooperativa Etnos ma alcuni anni fa per mancanza di spazi è stata chiusa. E´ stata restituita al pubblico nel dicembre dello scorso anno grazie alla disponibilità di una stanza al palazzo della Cultura. Delle dieci installazioni, grazie alle quali è possibile ascoltare le registrazioni originali delle liriche più famose del Nobel, solo quattro sono funzionanti ("Al Padre", "Lettera alla madre", "Uomo del mio tempo" e "La terra impareggiabile"). "Non abbiamo gli spazi sufficienti per allestire gli altri pannelli - dice Ernesto Ruta della Etnos - Ci dispiace veramente e faremo di tutto per metterli a disposizione del pubblico ma siamo contenti di avere intanto potuto presentare i pannelli oggi fruibili".