Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 839
MODICA - 23/08/2014
Attualità - Ma chi è deputato ai controlli cosa fa? Non si era mai visto nulla di simile

Scandaloso a Modica: tavoli e sedie davanti agli uffici!

Il sogno di Franco Vanella, esperto (a titolo gratuito) del sindaco Abbate per il centro storico, è rimasto nel cassetto come ammette il diretto interessato Foto Corrierediragusa.it

L´esperto ha finito di sognare, ha aperto gli occhi. Il sogno di Franco Vanella, esperto (a titolo gratuito) del sindaco Abbate per il centro storico, è rimasto nel cassetto come ammette candidamente lo stesso Vanella dopo essersi speso per un anno ad ingegnarsi per organizzare improbabili sfilate medievali, per riportare in vita i massari della Contea ed i loro costumi, per promuovere eventi in ignote contrade. Il suo sogno di avere un centro storico vivibile e a misura d´uomo è naufragato alla luce delle invasioni di tavoli, panchine, ombrelloni e sedie sui marciapiedi di Corso Umberto. Come dare torto, almeno da questo punto di vista, a Franco Vanella, solo osservando la foto che pubblichiamo? Davanti all´Ufficio turistico, all´ingresso del palazzo della Cultura, dinanzi alle saracinesche abbassate degli uffici comunali (foto sopra e sotto) il marciapiede è letteralmente invaso da tavoli di dubbio gusto, presentati con tovagliato da mensa scolastica. E´ l´ultima concessione arrivata da palazzo S. Domenico che infierisce sul decoro del centro storico, che lo rende invivibile e quasi intransitabile ai pedoni che vogliano osservare monumenti e palazzi. Sulla carreggiata file di macchine senza interruzione con tanto di inquinamento ambientale, sui marciapiedi pizzerie, ristoranti, bar, paninerie e chi ne ha più ne metta finchè ci sarà posto.

Ma chi dovrebbe controllare cosa fa? E, se ci passate il gioco di parole involontario, chi controlla i controllori che omettono di controllare su questo caos del suolo pubblico che indigna sempre di più? Ma la legge è davvero diventata un optional a Modica?

Riflette, oggi e tardivamente, Franco Vanella: "Se mi soffermo a guardare il centro storico di questi giorni, così «arredato» o «conciato», non posso fare a meno di concludere che sono venuti meno alcuni elementi essenziali del mio sogno, quali il decoro, l’armonia dei colori, l’uniformità degli arredi, l’utilizzo di materiali armonizzanti e non per ultimo la possibilità di poter passeggiare in quei luoghi del corso Umberto, tanto ambito e spesso meta di modicani doc oltre che dei cittadini delle città limitrofe e di un numero non indifferente di turisti. E’ difficile oggi dare una risposta a tutto questo!".

L´esperto è così rimasto tale sulla carta perchè tutto è avvenuto a sua insaputa, senza essere consultato, e Vanella ha così dovuto prendere atto di quanto è stato deciso nella stanza dei bottoni. A questo punto viene da chiedersi perchè il sindaco Ignazio Abbate abbia voluto, appena insediatosi, un esperto per poi puntualmente ignorarlo ed anzi è andato in direzione opposta di quanto auspicato dal suo stesso collaboratore. Molto verosimilmente un´operazione di facciata, un contentino per chi si era speso per la sua elezione, ma nulla di più. Abbate dixit, Vanella fugit.

Cliccate sulla foto sotto per ingrandirla


è sempre stato cosi
23/08/2014 | 7.18.40
tizio

Ma la legge è sempre stata un optional a Modica. Per cosa si meraviglia...... ?