Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1383
MODICA - 13/08/2014
Attualità - Nessun corso è stato seguito da questi soggetti in tenuta "paramilitare" peraltro retribuiti

Traffico a Modica diretto dai non autorizzati

Qualcuno dovrà rispondere di queste palesi forzature, tanto per essere eufemistici
Foto CorrierediRagusa.it

"Siluri" Pd contro il sindaco di Modica. Le ultime vicende nella gestione ordinaria della città inducono il Pd a chiedersi: "Modica nelle mani di chi?". Dal traffico alla politica sui dehors si pongono seri interrogativi interpretando il sentire pubblico. E´ il caso dei volontari cui è stato affidato in modo improprio e anche illegittimo il compito di gestire un traffico impazzito e convulso. Il Pd chiede al sindaco, che continua a tacere, i dettagli della delibera con la quale sono stati autorizzati. "Il piano del traffico, pure necessario a causa della chiusura del ponte Guerrieri - si legge nella nota del Pd - è saltato del tutto al fine di assecondare le esigenze di tutti, e quindi di nessuno. In suo ricordo rimane la presenza in alcuni punti di Modica di soggetti, in tenuta "paramilitare" (i cosiddetti volontari dell´associazione nazionale carabinieri, n.d.r.), che a titolo di volontariato percepiscono 20 euro al giorno per non meglio precisati compiti di gestione del traffico che a norme tuttora vigenti spetterebbero alla polizia municipale.

Ci chiediamo quale sia la delibera che autorizzi i suddetti appartenenti ad organizzazioni di volontariato a sostituirsi alle forze dell’ordine nell’imporre direttive di traffico agli autoveicoli e ai sensi di quale norma dello Stato detta delibera sia legittima.

E ciò a prescindere dalla conformità a legge delle palette simil polizia stradale che questi soggetti agitano nel dirigere il traffico perché delle due l’una: o sono palette giocattolo comprate nelle scorse fiere di S. Pietro o sono contraffazioni di strumenti in uso alle forze dell’ordine con le conseguenze che si dovrebbero trarre quando vengono utilizzate per un pseudo servizio pubblico".

In ogni caso è stato violato palesemente l´articolo 24 del D.p.r. del 16 dicembre 1992 n. 495 recante il regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada. Peraltro i soggetti deputati all´espletamento dei servizi di polizia stradale sono stabiliti in maniera dettagliata dall´articolo 12 del codice della strada e non contempla di certo i volontari dell´associazione carabinieri, che, seppure animati da lodevole spirito di collaborazione con le istituzioni, non hanno alcuna potestà all´uso della paletta segnaletica di intimazione all´alt, che non può essere rimesso all´arbitraria iniziativa di soggetti qualunque, ma è consentito unicamente a personale che, a termini di legge, esercita le funzioni di polizia stradale. E i vigili urbani che fanno? Non si accorgono di nulla? Così pare. Eppure un volontario sarebbe stato sospeso perché sorpreso a mangiare una mela in "servizio". E invece nessuno si accorge al comando di polizia municipale che questi soggetti dirigono il traffico senza averne la potestà? Circostanze che hanno dell´incredibile e per le quali qualcuno dovrà rispondere.

"Ma aldilà di queste pittoresche presenze - prosegue il Pd - notiamo con estremo rammarico la totale assenza di una seria impostazione della gestione del traffico lasciato ormai in balia alla buona volontà dei volontari a pagamento che oggi sono chiamati a svolgere detto compito e che magari un domani saranno chiamati a svolgere altro creando i presupposti per una lenta stabilizzazione all’interno della pubblica amministrazione cittadina ovviamente con oneri a
carico dei cittadini".

Il Pd nota poi la liberalizzazione selvaggia nelle autorizzazioni nel centro storico della città. Scrive il Pd: "Manca totalmente una vera politica di tutela e sostegno del centro storico giacché certamente non può essere quella di consentire tutto a tutti in vista di un improbabile ritorno di consensi per future campagne elettorali. E’ palese ormai che Modica con l’amministrazione Abbate ha perso di vista la strada di uno sviluppo che contemperi le esigenze di tutti i cittadini e le unisca per una comune crescita sociale e culturale".

Nella foto in alto un volontario dell´associazione nazionale carabinieri dirige il traffico all´inizio di via Nazionale e non potrebbe assolutamente farlo


MENO IMPIEGATI E PIU VOLONTARI
13/08/2014 | 14.09.08
siculamente

io personalmente ho visto uno di questi signori che era vicino ad un vigile con paletta e fischietto.si è recato da un signore e lo ha fatto spostare con la sua auto.il vigile non è intervenuto.questi ragazzi praticamente aiutano i vigili e intervengono per regolare il traffico, manca solo che facciano le multe.ma la polizia o i cc perchè nn intervengono?domani un qualsiasi cittadino si puo travestire da rambo e fare regolare il traffico veicolare o far spostare le auto?il comandante dei vigli che fa?abbiamo visto di tutto a Modica ma questa ci mancava.la mia proposta è questa: visto che i vigili vedono e nn intervengono e sti ragazzi ci costano 20euro al giorno, e quindi meno di un vigile, percho nn incominciamo a licenziarli alcuni di questo e li sostituiamo con i volontari visto che a Modica cè un numero stratosferico di vigili??la stessa cosa la propongo x i dipendenti del comune che molti di questi riscaldano solo la sedia e giacano al pc. PIU VOLONTARI AL COMUNE E MENO IMPIEGATI!!!