Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 898
MODICA - 10/07/2014
Attualità - Smentite le cattive condizioni del viadotto, che poteva resistere per un altro decennio

Tutto quel che c´è da sapere sui lavori del ponte Guerrieri

Due le squadre di operai che lavorano per quasi dieci ore al giorno alla manutenzione straordinaria. Intanto corso Umberto è tornato tutto a doppio senso di circolazione Foto Corrierediragusa.it

Quasi un mese dalla chiusura del ponte Guerrieri. A che punto siamo? Sul cantiere il lavoro ferve, le due squadre di operai che lavorano per quasi dieci ore al giorno alla manutenzione straordinaria dell´infrastruttura non si lasciano andare a commenti e sono molto parchi nel fornire anche la minima informazione. Ci sono tuttavia alcuni punti fermi; il crono programma fissato dall´impresa e dall´Anas è, almeno finora, rispettato, non ci sono stati intoppi di sorta e l´impresa salernitana che si è trasferita armi e bagagli in città lavora a pieno ritmo. Entro la fine del mese la prima metà della carreggiata sarà completata e agosto sarà dedicato alla seconda metà. E´ in corso il getto di calcestruzzo dei cordoli contestualmente alla idro demolizione del vecchio cordolo, che terminerà tra una settimana. Questo mese termineranno i lavori in un lato del viadotto e il mese prossimo si procederà con l’altro lato. Contemporaneamente si sta lavorando per il ripristino del calcestruzzo sulle travi di bordo.

Nelle prime due settimane di settembre si procederà alla sistemazione definitiva del viadotto con le opere di completamento e la bitumazione. Il dato significativo che emerge in questi giorni è che il viadotto sarà riaperto nei tempi previsti, ovvero a metà settembre, temporali o maltempo permettendo. Altro punto saliente che i lavori hanno evidenziato è che la struttura del ponte è stata trovata in buona, se non ottima salute. Smentite dunque tutte le voci che davano giunti e travi in condizioni di ammaloramento o quasi.

Il lavoro fatto nel 1968 ha resistito nel tempo, è stato fatto bene ed è una garanzia anche per il futuro. Lo ha messo in luce l´operazione di "idrodemolizione" della careggiata che ha evidenziato una struttura ben solida e resistente. Grazie alla rimozione ed alla pulizia della struttura di base saranno infatti agganciati i cordoli e poi le barriere di protezione per rendere il viadotto sicuro e conforme ai criteri di sicurezza imposti dai parametri europei.

I nuovi cordoli saranno dunque agganciati alla soletta e sui cordoli saranno innestate le nuove barriere di sicurezza, più alte e più resistenti. Il ponte Guerrieri alla fine sarà più sicuro da tutti i punti di vista anche se tutto ciò avrà comportato tre mesi di disagi, di code e di percorsi alternativi.

CORSO UMBERTO DI NUOVO TUTTO A DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE
Da ieri mattina c´era qualcosa di nuovo in centro storico: il corso Umberto I è difatti tornato tutto a doppio senso di circolazione, compreso quindi il tratto che va da San Francesco alla Cava al monumento. Tutto come prima, insomma, almeno per quanto riguarda il salotto buono della città. La modifica dell´ordinanza della viabilità, esecutiva fin dal primo mattino di ieri, è risultata graditissima gli automobilisti, le cui abitudini sono state giocoforza stravolte dalla chiusura del ponte Guerrieri per i lavori straordinari di manutenzione. La decisione di rendere il corso tutto a doppio senso è stata resa urgente anche dalla necessità di chiudere per qualche ora via Nuova Sant’Antonio, che resta a senso unico a scendere verso il centro storico come via Nazario Sauro e via San Benedetto da Norcia, per un’intervento dell’Enel sulla rete elettrica, dato che martedì sera il quartiere è rimasto per molte ore al buio a causa di un guasto alla centralina.


LA NUOVA VIABILITA´ NEL DETTAGLIO

1) Doppio senso di marcia nel corso Umberto;

2) Senso unico di marcia, nel corso Garibaldi, direzione corso Umberto corso S. Giorgio;

3) Senso unico di marcia, nella via Nazario Sauro, direzione via S. Benedetto da Norcia via N. S. Antonio;

4) Senso unico di marcia, nella via N. S. Antonio, direzione via Nazario Sauro via Vittorio Veneto;

5) Senso unico di marcia nel tratto di piazza Libertà, antistante l’edicola, direzione via Nazionale via Risorgimento;

6) Senso unico di marcia, direzione via Resistenza Partigiana via S. Cuore, nel tratto di p.zza Libertà compreso tra l’intersezione con la via Resistenza Partigiana e l’intersezione con la via S. Cuore;

7) Divieto di sosta , permanente e con rimozione forzata, nel tratto di p.zza C. Rizzone compreso tra p.zza Pluchino e piazzetta S. Sofia;

8) Divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiori a 3,5 T nelle seguenti vie: c.so Umberto, via S. Benedetto da Norcia, via Nazario Sauro, via N. S. Antonio e viale Medaglie
D’Oro;

Sono esclusi dal divieto di transito di cui al precedente punto (8) gli autocarri di portata di peso superiore, e comunque fino a 7,5 T che devono scaricare merci.