Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 809
MODICA - 05/07/2014
Attualità - Il piano della viabilità lascia a desiderare

Ancora caos per chiusura ponte Guerrieri

Gli operatori commerciali si dicono rovinati Foto Corrierediragusa.it

Venti giorni di chiusura del ponte Guerrieri e tutti chiedono aggiustamenti alla viabilità Sono i partiti che si fanno portavoce del disagio di residenti, sono i commercianti che toccano con mano gli effetti di quella che si profila come una lunga estate a secco di clientela. Dice un operatore della parte alta di corso Umberto: "E´ un calo devastante, la gente non viene più a Modica perchè ha paura del traffico e delle lunghe fila. Sabato scorso ho fatto venti coperti, di norma erano più del doppio". Il Pd ha chiesto al sindaco l´istituzione di un tavolo tecnico permanente per monitorare i flussi viari ed intervenire in modo tempestivo, l´indipendente Tato Cavallino registra la testardaggine di Ignazio Abbate ad ogni proposta avanzata e chiede ascolto. Dice Cavallino: "Il sindaco convochi subito una riunione ed ascolti la città". Le criticità sono sotto gli occhi di tutti e basterebbe poco per alleviare i disagi. Ha funzionato l´esperimento di aprire al doppio senso la parte bassa di corso Umberto,da piazza Monumento a piazza Rizzone.

E´ un´alternativa che consente di attraversare la città per chi proviene da Modica Alta a patto che non si crei l´imbuto in via Marchesa Tedeschi dove tra la chiesa di S. Maria e palazzo S. Domenico il parcheggio su entrambi i lati della carreggiata restringe gli spazi creando intoppi. Basterebbe eliminare almeno una fila di parcheggi per rendere più fluido il traffico. Perchè di questo si tratta, rendere fluido, se non veloce, il traffico in attraversamento del corso Umberto tagliando così le interminabili code lungo la via Nazionale. L´imbuto è infatti in piazza Rizzone, dove ancora una volta il parcheggio è tollerato e consentito e le corsie si restringono. Basterebbe eliminare alcune decine di stalli per la sosta per rendere tutto più fluido ma da quest´orecchio sindaco ed assessore non ci sentono perchè perdere consensi non è previsto. Visto che parcheggiare in città è consentito è chiaro che gli ottanta stalli del parcheggio di viale Medaglie d´oro restino ogni giorni liberi ed inutilizzati a tutto svantaggio di quanti devono attraversare la città e non hanno alternative di sorta.