Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1168
MODICA - 09/06/2014
Attualità - Lunedì cominciano i lavori sul viadotto

Ponte "Guerrieri", si chiude! La viabilità

Viene confermata la chiusura del viadotto da lunedì prossimo per un minimo di 90 giorni Foto Corrierediragusa.it

E´ tutto pronto per la chiusura al traffico del viadotto Guerrieri. E´ il ponte lungo 650 metri che consente di scavalcare la vallata della Fiumara ed il centro abitato di Modica mettendo in veloce comunicazione Ragusa ed il siracusano. Da lunedì prossimo apre il cantiere che dovrà provvedere alla manutenzione straordinaria ed al recupero conservativo visto che l´ultimo intervento fu effettuato nel 1987 dopo alcuni segni di ammaloramento della struttura. L´Anas prevede tre mesi di lavoro sul viadotto grazie all´utilizzo di due squadre specializzate che inizieranno alle due teste del ponte. Gli operai lavoreranno su una passerella protetta sospesa nel vuoto a circa 120 metri di altezza che man mano scorrerà sui binari per avvicinarsi all´altra che proseguirà dall´altro lato. Un lavoro delicato e difficile che è stato affidato dall´Anas all´impresa Pierro e EdilFalco per un costo complessivo di 900 mila euro. Il responsabile unico del procedimento, Rup, Domenico Renda e Giuseppe Pistritto, responsabile della viabilità per la Statale 115 hanno spiegato il tipo di intervento che sarà portato a termine.

Si opererà sulle travi e le solette, saranno sostituiti i cordoli laterali e sostituita la rete di protezione e le barriere laterali. Attenzione particolare sarà dedicata ai giunti. Il lavoro sarà monitorato giorno dopo giorno e solo dopo le prime settimane, dopo avere preso visione diretta delle condizioni del viadotto, l´impresa potrà confermare o meno i tempi di esecuzione dei lavori. Per Modica e tutta la viabilità in attraversamento da Siracusa-Catania e da Ragusa saranno certamente disagi che si tradurranno in un allungamento dei tempi di percorrenza. L´amministrazione comunale si è raccordata con l´Anas per la messa a punto della ordinanza che regola la circolazione stradale a causa della chiusura del tratto della Statale 115.

L´amministrazione ha voluto evitare grandi sconvolgimenti ma la particolare orografia di Modica con strade obbligate e senza serie e valide alternative fanno prevedere problemi alla viabilità anche se l´Anas ha instradato il traffico pesante per i mezzi superiori ai 3,5 tonnellate verso la litoranea che da Pozzallo arriva a Marina di Ragusa e poi si reimmette sulla Ragusa Catania mentre in senso inverso scenderà dallo svincolo del capoluogo verso il mare per innestarsi nell´autostrada Rosolini-Siracusa dopo avere attraversato la parte sud della statale 194. Il traffico in attraversamento su Modica percorrerà il corso Umberto a senso unico a salire per dirigersi verso Ragusa e la via Nuova S. Antonio ed il quartiere Dente per ricongiungersi al tracciato della statale 115 verso Ispica e Pozzallo. Polizia municipale e Forze dell´ordine saranno mobilitati in questi mesi per rendere meno pesante la situazione ed il sindaco Ignazio Abbate ha chiesto ai cittadini "tanta pazienza perchè l´opera è strategica ed andava realizzata".

In questi giorni che precedono la chiusura prevista per lunedì le squadre della manutenzione provvederanno a sistemare la segnaletica visto che alcuni sensi unici, come in corso Umberto, corso Garibaldi, piazza Libertà, cambieranno. Il corso Umberto, l´arteria principale della città, sarà percorribile nei due sensi solo dai mezzi di emergenza, Vigili del fuoco ambulanze e Forze dell´ordine. Per alleggerire il traffico in entrata al quartiere S. Cuore l´Anas sta provvedendo in questi giorni ad asfaltare una via alternativa di penetrazione in contrada Caitina. Si tratta insomma di un´operazione di viabilità complessa che i responsabili si augurano alleggerita dalla chiusura delle scuole e dall´arrivo dell´esatte che induce molte famiglie a spostarsi verso il mare.

L´ORDINANZA DELL´ANAS
L´Anas ha pubblicato l´ordinanza relativa alla riorganizzazione della viabilità a causa della chiusura del ponte Guerrieri (foto). L´ordinanza è stata pubblicata anche sul sito istituzionale del comune. Viene confermata la chiusura del viadotto da lunedì prossimo per un minimo di 90 giorni e quindi fino a metà settembre. Per stabilire la durata complessiva della chiusura del Guerrieri saranno decisive le prime settimane di sopraluoghi dei tecnici dell´impresa cui è stato affidata la revisione strutturale del viadotto. Il ponte Guerrieri ha subito l´ultimo serio intervento manutentivo nel 1987 nel corso della sindacatura di Peppe Drago e nel corso degli ultimi 27 anni è stato sottoposto ad usura per l´alto e sempre crescente volume di traffico che sopporta quotidianamente. I dettagli dell´ordinanza dell´Anas saranno illustrati martedì in conferenza stampa alla presenza del sindaco, dell´assessore alla viabilità, dei tecnici e dei funzionari dell´Anas. L´amministrazione ha optato per l´istituzione del senso unico in attraversamento verso Ragusa del corso Umberto mentre in direzione sud il traffico in transito passerà attraverso la via S. Benedetto ed il quartiere Dente. Questa settimana i vigili ed il personale comunale saranno impegnati a tempo pieno per la sistemazione della nuova segnaletica che dovrà essere ben visibile soprattutto agli snodi del traffico agli ingressi della città. L´amministrazione ha anche previsto di asfaltare una strada secondaria in contrada Caitina per favorire il deflusso verso il quartiere S. Cuore. Sono previsti percorsi alternativi per il traffico pesante che sarà instradato lungo la litoranea ma è l´attraversamento della città, tra Modica Alta ed il quartiere S. Cuore in particolare, a preoccupare i residenti per la necessità di percorsi obbligati che saranno verosimilmente intasati in tutte le ore del giorno. La situazione sarà monitorata giorno dopo giorno nelle prime settimane perchè l´amministrazione è intenzionata ad operare i necessari aggiustamenti se dovessero emergere criticità di vario genere.

La nuova viabilità:
senso unico di marcia in Corso Umberto, direzione Piazza Corrado Rizzone-Via Modica Ragusa con esclusione di bus, taxi, mezzi di soccorso e di polizia;
- senso unico di marcia in Corso Garibaldi, direzione Corso San Giorgio-Corso Umberto;
- senso unico di marcia in Via Nazario Sauro e Via Nuova S.Antonio, direzione periferia-centro;
- senso unico di marcia in Piazza Libertà, direzione Via Nazionale-Via Risorgimento(tratto edicola);
- senso unico di marcia nel tratto di Piazza Libertà compreso tra Via Resistenza Partigiana e Via S.Cuore in questa direzione.
- divieto di sosta, 0-24, nel tratto di Piazza Corrado Rizzone tra Largo Pluchino e Piazza S.Sofia.


Sarà vietato il transito ai veicoli a pieno carico superiori a 3,5 tonnellate in Corso Umberto, Via Nuova S.Antonio, Via Nazario Sauro e Viale Medaglie d’Oro. Sono esclusi da tale divieto gli autocarri che devono scaricare merci.

I veicoli provenienti da Ragusa e diretti verso Ispica, Pozzallo o Siracusa, accederanno dalla rotatoria di Piano Ceci per Modica e percorreranno Via San Benedetto da Norcia, Via Nazario Sauro, Via Nuova S.Antonio, Via Vittorio Veneto, Viale Medaglie d’Oro, Piazza Corrado Rizzone e Via Nazionale.

I veicoli provenienti da Ispica, Pozzallo o Siracusa, diretti a Ragusa, percorreranno Via Risorgimento, o Via Resistenza Partigiana, Via Nazionale o Via San Giuliano, Corso Umberto, Via Modica Ragusa fino alla rotatoria di Piano Ceci.


Usare il treno in alternativa alla macchina
22/06/2014 | 11.44.31
Alberto Di Stefano

L´utilizzo del treno potrebbe aiutare in parte a risolvere il problema. Basterebbe incrementare il traffico ferroviario da e per Modica e garantire un bus navetta dalla stazione di Modica verso le aree di scambio più importanti della città.
Sindaco di Modica che ne pensi?