Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 985
MODICA - 05/06/2014
Attualità - Sabato 7 e domenica 8 giugno la parte alta della Città si trasformerà in un tableau vivant

Modica Altarte con musica, teatro, cinema e spettacoli

Nella chiesa di S. Nicolò l’Accademia Teatrale Clarence mette in scena domenica alle 19 l’atto unico «La guerra di Martin» Foto Corrierediragusa.it

Tutto è pronto per dare il via alla quarta edizione di Modica Altarte 2014 che animerà il centro storico di Modica Alta con le sue stradine e le suggestive rue. Ogni angolo sarà uno spazio dedicato all’intrattenimento fatto di musica, spettacolo, cinema, teatro di strada, mostre e ovviamente l’immancabile cibo di strada con la degustazione dei prodotti della tradizione.

Sabato 7 e domenica 8 giugno la parte alta della Città si trasformerà in un tableau vivant dove colori, suoni, atmosfere caratterizzeranno due serate da trascorrere in grande allegria per grandi ma soprattutto per i bambini.
«L’edizione di quest’anno, dichiara Andrea D’Amico, direttore artistico di Altarte, prevede una maggiore presenza di artisti italiani rispetto alle passate edizioni. Son artisti di collaudata capacità e di grande qualità dove la componente femminile la farà da padrona. Ci saranno anche artisti provenienti dal Giappone e dalla Bulgaria. Avremo modo di apprezzare anche artisti siciliani, il massimo che il mercato dell’intrattenimento può offrire.
Altra novità la presentazione del gran galà di domenica a mezzanotte in piazza San Giovanni che sarà gestita da due artisti, Andrea Fidelio di Ragusa e e «Dolly Bomba» al secolo Pier Massimo Macchini, uomo di spettacolo di grande esperienza e professionalità. Durante lo svolgimento del gran galà a Piazza Santa Teresa, al Pizzo e a San Nicolò ci saranno momenti di intrattenimento con musicisti, trampolieri e le immancabili statue viventi.

Nell´ambito della manifestazione l’Accademia Teatrale Clarence mette in scena domenica alle 19 nella chiesa di S. Nicolò l’atto unico «La guerra di Martin», a cura degli allievi del primo anno del corso di Recitazione. E anche questa volta, come il recente allestimento di Storiacce, ildirettore artistico Francesco Silvestri accompagnerà i suoi allievi sul palco, vestendo i panni Martin Senzasperanza, «scemo legale» che esibisce attraverso una cartacea ufficiale dichiarazione di stupidità l’insufficienza a ricoprire il ruolo dell’eroe. L’idea di curare per la prima volta a Modica l’allestimento di questo testo scritto 28 anni fa e da allora ininterrottamente in scena, a cura di decine di compagnie italiane ed europee, risponde alla precisa esigenza di venire incontro anche al gusto artistico dei più piccoli, da sempre protagonisti di San Nicolò.