Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1048
MODICA - 04/06/2014
Attualità - Una data storica per il territorio

Autostrada Sr-Gela, al via i lavori del tratto fino a Modica

L’apertura dei cantieri determinerà inoltre un’occupazione di 500 lavoratori Foto Corrierediragusa.it

La firma c´è ed ora il cantiere per i tre lotti Rosolini Modica dell´autostrada Siracusa Gela può essere aperto. E´ stato il responsabile unico del procedimento, rup, Gaspare Sceusa, in nome del Cas, a firmare il verbale di consegna all´ impresa Condotte d’Acqua spa ,capogruppo, e Cosedil Spa, che sono le aggiudicatrici dell’appalto pubblico. Nella sede del Consorzio Autostrade Siciliane era presente il presidente del Cas, Rosario Faraci, che ha dichiarato tutta la sua soddisfazione: "Come programmato la consegna è stata fatta con il conforto della costante attenzione dei Prefetti di Siracusa, Armando Gradone e di Ragusa, Annunziato Vardè e seguendo le indicazioni del Presidente della Regione, Rosario Crocetta e dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture Domenico Torrisi con i quali è permanente il raccordo. L’importanza dell’appalto rappresenta una opportunità di sviluppo per l’intero territorio che finalmente vedrà soddisfatte le aspettative dei lavoratori da impegnare nei 16 cantieri e della comunità da anni in attesa dell’ulteriore completamento della tratta autostradale".

Il presidente della Regione Rosario Crocetta dal suo canto ha voluto mettere in evidenza i risvolti positivi per l´occupazione: "L´apertura dei cantieri determinerà un´occupazione di 500 lavoratori. Mentre assistiamo alla politica del parlare, degli scontri politici, dei commissariamenti incostituzionali, del mancato rispetto del risultato delle elezioni la Sicilia comincia a godere dei frutti del lavoro fatto fin ora in termini di risparmio e lavoro. Presto inizieranno i lavori per la Ragusa-Catania e tanti altri cantieri, per un investimento di un miliardo e mezzo complessivo in infrastrutture". I lavori prevedono una spesa di 339 milioni di euro finanziati da Stato Regione ed Unione Europea che ha contribuito con una somma di 165 milioni di euro. Proprio la necessità di rendicontare questa somma al 31 dicembre del 2015 ha imposto al Cas di accelerare i tempi per la consegna del lavoro visto che si correva il rischio di perdere il finanziamento.

Il Cas, dopo alcune tergiversazioni, ha rotto gli indugi anche sotto la pressione di parlamentari e sindacati, nonostante sull´esito dell´appalto penda il ricorso al Tar da parte della seconda impresa partecipante al bando pubblico. Solo il 26 di questo mese il Tar farà conoscere l´esito del ricorso che potrebbe rimettere in discussione tutto l´iter. Una eventualità che il Cas e tutto il territorio spera di scongiurare perchè si possano subito mettere in moto i cantieri. Entro fine mese dunque le imprese appaltatrici prevedono di essere operative sul territorio. Bisogna realizzare 19,6 km da Rosolini a Modica che sono frammentati in sedici cantieri lungo la direttrice Rosolini, Ispica, Pozzallo Modica. Nel territorio della provincia di Ragusa saranno realizzati 14 km e saranno i primi di un tratto autostradale per il territorio ragusano che fino a oggi mantiene il non invidiabile primato di essere l´unica provincia d´Italia a non avere un solo km di autostrada.

LA SPADA DI DAMOCLE PENDENTE SULL´AUTOSTRADA
I lavori dei lotti 6, 7 e 8 da Rosolini a Modica della autostrada Sr-Gela consegnati oggi nella sede del Consorzio Autotrade Siciliane, Cas. E´ la notizia attesa da tempo da istituzioni, lavoratori, sindacalisti, perchè sblocca l´avvio dei lavori di una infrastruttura importante per tutto il Sud est siciliano. La consegna dei lavori all´ associazione di imprese, Condotte Roma di Duccio Astaldi e Cosedil di Andrea Vecchio, sarà fatto con un affidamento con riserva di legge visto che è in pendenza, sull’aggiudicazione della gara di appalto, un ricorso al Tar da parte di tre imprese ricorrenti. La formula della «consegna dei lavori sotto riserva di legge», normativa applicabile quando la mancata esecuzione immediata determinerebbe un grave danno all’interesse pubblico, configurabile anche nell’ipotesi di perdita di finanziamenti comunitari, garantisce il Cas e consente di aprire i cantieri anche se non viene diradato il pericolo di un blocco successivo dei lavori sulla base della decisione del Tar che ha rinviato a fine mese il giudizio sui ricorsi presentanti.

I prefetti di Ragusa e Siracusa hanno messo in campo tutta la loro autorevolezza per sbloccare l´iter e successivamente alla consegna dei lavori si terrà oggi stesso un tavolo tecnico per affrontare i problemi che saranno posti dall´apertura dei cantieri. I sindacati hanno tirato un sospiro di sollievo alla notizia della consegna dei lavori Giovani Avola segretario generale della Cgil di Ragusa e Paolo Aquila, segretario generale della Fillea Cgil di Ragusa, ritengono chiusa una fase che era diventata, nelle ultime settimane, pericolosamente incerta. "

La consegna dei lavori è un punto fermo importante per dare l’avvio ai lavori atteso che il crono programma delle opere è strettissimo e va compiuto, adesso, il massimo sforzo per attivare i cantieri che riguardano per diciassette chilometri il territorio della provincia di Ragusa". L´urgenza dell´avvio dei lavori è dato anche dal rischio di perdita del finanziamento europeo di 165 milioni che deve essere speso entro dicembre 2015.