Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 931
MODICA - 06/04/2014
Attualità - L’atto intimidatorio del 21 marzo scorso che causò gravi danni

Dopo fiamme riapre "Sala Regno" Testimoni di Geova

Grazie al lavoro e all’impegno ripristinata in poco tempo l’agibilità della struttura Foto Corrierediragusa.it

Sono venuti da tutta la Sicilia per aiutare a ricostruire la Sala del Regno (nella foto). Gli elettricisti da Taormina, falegnami da Modica e Ragusa, gli addetti per rimuovere la fuliggine da Noto, donne e uomini si sono sbracciati nel loro tempo libero per far ritornare la sala delle adunanze pienamente efficiente e funzionale. Alcuni hanno anche sacrificato parte delle loro ferie per rendersi utili e servire la causa. Nella Sala di contrada Piano Ceci, andata in fiamme lo scorso 21 aprile a causa di un incendio doloso il cui movente è ancora al vaglio degli inquirenti, i testimoni di Geova potranno così ritrovarsi per l´appuntamento più importante del loro anno religioso, lunedì 14 dalle 20 alle 21 quando in tutto il mondo commemoreranno la morte di Cristo.

Sarà anche un modo per dire no alla violenza gratuita che venerdì 21 marzo ha colpito tutta la comunità e che ha toccato non solo i "fratelli", così vengono chiamati i testimoni di Geova, ma tutta la città. Nella sala rimessa a nuovo si raduneranno quasi duecento persone davanti al podio da dove viene condotta l´adunanza. Sarà anche l´occasione per ricordare un gesto traumatico per tutta la comunità di cui i testimoni di Geova non sono riusciti ancora darsi una spiegazione plausibile.