Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1321
MODICA - 18/03/2014
Attualità - Concordato il rinvio dell’apertura del cantiere, in origine prevista per fine mese

Da giugno a settembre chiuderà il ponte Guerrieri

Il consorzio di imprese che si è aggiudicato la manutenzione straordinaria di quattro viadotti, il Guerrieri, il Costanzo, il Tellaro nei pressi di Noto, ed il Cassibile, alla periferia del centro siracusano, comincerà proprio dal Guerrieri Foto Corrierediragusa.it

Il ponte Guerrieri (foto) resterà chiuso da metà giugno a metà settembre. L´amministrazione e il consorzio di imprese, Pierro e De Falco, che si sono aggiudicati la gara per i lavori di messa in sicurezza del viadotto, hanno concordato il rinvio dell´apertura del cantiere che in un primo momento era stato annunciato per l´inizio di aprile. L´amministrazione ha insistito ed ha ottenuto che il periodo per l´esecuzione dei lavori sia concentrato nei mesi estivi e soprattutto nel periodo di chiusura delle scuole. La concentrazione degli edifici scolastici al quartiere S. Cuore e la necessità di studenti e famiglie di raggiungere quella parte della città dalle varie zone residenziali ha indotto a privilegiare la soluzione della chiusura estiva che le imprese hanno accettato anche perchè avranno più tempo per la preparazione dell´allestimento del cantiere. Anche l´amministrazione avrà più tempo per mettere a punto il piano del traffico alternativo ed in questo senso l´assessore alla Polizia Urbana, Pietro Lorefice, ha già dato le sue indicazioni e direttive.

Il consorzio di imprese che si è aggiudicato la manutenzione straordinaria di quattro viadotti, il Guerrieri, il Costanzo, il Tellaro nei pressi di Noto, ed il Cassibile, alla periferia del centro siracusano, comincerà proprio dal Guerrieri visto che si tratta dell´intervento più complesso e difficile dal punto di vista tecnico. Dovranno infatti essere rimosse e sostituite le parti ammalorate dell´impalcatura su cui poggia la sede stradale e bisognerà intervenire anche sulla ringhiera di protezione. L´ultimo intervento di manutenzione straordinaria è stato eseguito venti anni fa che è la durata media prevista per questo tipo di lavori. E´ stato inoltre prevista una imbracatura sottostante il viadotto per evitare che detriti e materiali possano cadere sulla provinciale Modica Fiumelato che si trova a valle e dove risiedono numerose famiglie. Un´opera dunque complessa che richiederà quella professionalità e competenza che è riconosciuta alle imprese che si sono aggiudicate l´appalto che hanno già operato su viadotti in altre parti d´Italia.