Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1287
MODICA - 03/03/2014
Attualità - Quando a volte il risultato finale è agli antipodi rispetto alle intenzioni

Ultime ore per un carnevale modicano tutto luci e basta!

In ultima analisi, parecchie zone centrali di Modica (una su tutte via Risorgimento) erano inspiegabilmente al buio (illuminazione pubblica spenta) domenica sera. Perché? Foto Corrierediragusa.it

La pioggia e le polemiche rovinano il Carnevale del sindaco Abbate. Alle dure prese di posizione di M5S e Pd ed alle critiche arrivate dagli ambienti sindacali sulla opportunità di organizzare la quattro giorni carnascialesca Ignazio Abbate ribatte: "La festa serve, è un investimento per le imprese locali perchè Modica è una città turistica. Stiano tutti tranquilli perchè ne faremo ancora". L´amministrazione ha pensato di investire poco più di 7mila euro nella coloratissima illuminazione (foto) di un tratto di corso Umberto ed ha assicurato anche i servizi per un programma che, con tutta la buona volontà di giudizio, ha avuto sin dall´inizio il fiato corto. Qualche improbabile gruppo di ballerini, giochi da luna park per i bambini ed una caccia al tesoro parrocchiale. Di maschere e carri neanche a parlarne. Riesce veramente difficile che tutto questo possa servire a proiettare un´immagine turistica positiva della città e che possa gratificare gli esercizi commerciali come nelle dichiarate intenzioni del sindaco. La discrasia tra l´investimento fatto e la pochezza della qualità di quello che è difficile definire un programma è evidente ed è proprio per questo che ha dato la stura a chi ha ritenuto che non era proprio il momento di pensare ad un Carnevale raccogliticcio quando la città avrebbe avuto bisogno di attenzione in altri settori della vita pubblica.

Tranne che a palazzo S. Domenico si voglia ad ogni costo cogliere l´occasione per far festa, essere al centro dell´attenzione e pensare a qualche ritorno di immagine personale. E´ vero che a Carnevale ogni scherzo vale ma qualcuno, a volte, fa anche male. In ultima analisi, parecchie zone centrali di Modica (una su tutte via Risorgimento) erano inspiegabilmente al buio (illuminazione pubblica spenta) domenica sera. Perché?