Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 589
MODICA - 28/02/2014
Attualità - I disagi per gli automobilisti sono destinati a prolungarsi

Chiude per 6 mesi il ponte "Guerrieri" a Modica?

Tutto questo secondo una ipotesi pessimistica, ma comunque abbastanza realistica, che si evince dalla documentazione Anas Foto Corrierediragusa.it

Potrebbero addirittura protrarsi per quasi 6 mesi i lavori di manutenzione del ponte «Guerrieri» (ancora in costruzione nella foto d´epoca del 1966), vale a dire il doppio del tempo previsto in origine. I disagi per gli automobilisti sono quindi destinati a prolungarsi fino alla riapertura del viadotto, non prima di settembre. Tutto questo secondo una ipotesi pessimistica, ma comunque abbastanza realistica, che si evince dalla documentazione Anas e dalle ultime comunicazioni ufficiali sui dettagli e sulla tempistica dei lavori, che dovrebbero iniziare a fine marzo, salvo slittamenti dell’ultimora. La gara d’appalto è difatti ancora in fase di aggiudicazione definitiva e riguarda non solo il ponte «Guerrieri», ma anche i viadotti «Irminio», «Tellaro» e «Cassibile». Non è stato ancora deciso se gli interventi di manutenzione ai quattro viadotti cominceranno in contemporanea, oppure saranno portati avanti in sequenza, per non meno di 240 giorni di lavori complessivi e conseguente chiusura al traffico veicolare. I tempi e le modalità saranno concordati dall’Anas con gli enti locali di riferimento. L´intervento al ponte «Guerrieri», tra i più alti d’Europa con i suoi 140 metri nel pilone più alto, riguarda la messa in sicurezza dei giunti, la sostituzione della barriera metallica di protezione e la rimozione di alcune parti in metallo, che, non risultando più in sicurezza, potrebbero arrecare gravi danni se dovessero cedere nella valle sottostante. L’intervento di manutenzione al ponte «Guerrieri», oramai indifferibile visto che il precedente risale agli anni 80, si presenta tra i più complessi, considerato che la parte più debole del viadotto non è data dai piloni, quanto piuttosto dai travi tra un pilone e l’altro. Travi che in quest’ultimo trentennio sarebbero oramai al limite del sostenibile.

In altre parole, se si fosse atteso qualche altro anno, ci sarebbe stato il rischio concreto di un implosione del ponte su sé stesso, con una voragine lungo le corsie di marcia. Proprio per scongiurare una simile catastrofe, i lavori di manutenzione cominceranno il prima possibile, in coincidenza con l’inizio della primavera, e, di conseguenza, con un clima più mite che dovrebbe contribuire a non creare intoppi nei lavori. Il ponte «Guerrieri» taglierà tra tre anni il prestigioso traguardo del mezzo secolo di vita, essendo stato inaugurato nel lontano 1967. La sua chiusura temporanea comporterà inevitabilmente una rivoluzione nel centro storico di Modica in ordine alla viabilità, visto che tutto il traffico da Modica Alta per il quartiere S. Cuore e viceversa sarà convogliato in primis su corso Umberto I, ovvero il «salotto buono» della città, con tutti i rallentamenti e i disagi del caso.


Il treno come alternativa....
02/03/2014 | 12.30.21
Alberto Di Stefano

Cari Sindaci (Modica, Ragusa, Pozzallo, Scicli e Ispica), utilzziamo il treno come mezzo di trasporto alternativo. Organizzare con la collaborazione di Trenitalia ed AST, servizi integrati.... Il disagio è per tutti compreso i turisti che arrivano all´Aeroporto di Comiso. L´unione di intenti potrebbe essere vincente... Buon lavoro