Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1243
MODICA - 12/02/2014
Attualità - Il circolo di Legambiente "Il Melograno" fa la ramanzina al sindaco

Modica anno zero su viabilità e traffico

Nessun passo in avanti è stato fatto in questa direzione
Foto CorrierediRagusa.it

Amministrazione in ritardo. Su traffico e viabilità non ci sono passi avanti ed il circolo di Legambiente "Il Melograno" fa la ramanzina al sindaco. "Esortiamo l’amministrazione comunale a voler finalmente affrontare il problema e, definitivamente, risolverlo" scrive Legambiente che segnala una diffusa mentalità prevaricatrice di automobilisti senza scrupolo che, soprattutto nei fine settimana, invadono ogni angolo e spazio del centro storico. Banchine, piazze, passi carrai sono puntualmente invasi dalle automobili che si riversano a centinaia nel cuore della città. Proprio nel momento in cui ci sarebbe bisogno di maggiore controllo non si trova un vigile per tutta la città visto che l´orario di lavoro non prevede turni notturni. La città finisce così in balia di motociclisti ed automobilisti che fanno il bello e cattivo tempo. Perchè il problema non è solo delle macchine ma anche delle centinaia di scooter che vengono parcheggiati sui marciapiedi e non permettono ai pedoni di passare costringendoli ad attraversare con carrozzine e bambini la strada. La presenza di molti locali nella zona tra piazza Matteotti e la chiesa di S.Pietro complica le cose e per i proprietari di garage anche rientrare a casa è un incubo.

L´amministrazione ha annunciato da tempo la volontà di introdurre un piano nuovo di viabilità per il centro storico e soprattutto la creazione di un´isola pedonale lungo il corso Umberto nei fine settimana. Nessun passo in avanti è stato fatto in questa direzione; prima per la necessità di studiare il problema, anche se questo è ormai noto da anni, poi per l´annunciata chiusura del ponte Guerrieri che obbligherà a tenere aperte tutte le strade disponibili. Eppure dare un segnale,seppur minimo, per restituire al centro storico ordine e decoro non dovrebbe essere complicato in attesa di un piano complessivo di cui ancora nulla è dato sapere.

Nella foto in alto auto pacheggiate sui marciapiedi in corso Umberto I