Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1195
MODICA - 03/02/2014
Attualità - Ancora da stabilire la data esatta per l’apertura del cantiere di lavoro

L´Anas mette in sicurezza il ponte Guerrieri che chiude da marzo per 3 mesi

In centro storico sarà canalizato tutto il traffico da Modica Alta per il quartiere S. Cuore e viceversa Foto Corrierediragusa.it

L´Anas è pronta a mettere in sicurezza il ponte Gurrieri (foto). Il cantiere di lavoro sarà aperto a metà marzo anche se la data esatta sarà stabilita di concerto con l´amministrazione comunale. Si sono già tenute due conferenze di servizio tra i tecnici dell´Anas, il sindaco ed i responsabili della viabilità ed un ulteriore riunione si terrà a metà mese. E´ confermato che i lavori saranno eseguiti e che dureranno per tre mesi. L´intervento riguarda la messa in sicurezza dei giunti, la rimozione e sostituzione della barriera metallica di protezione, la rimozione di alcune parti in metallo che non essendo in sicurezza potrebbero arrecare gravi danni se cedessero nella valle sottostante. L’azienda è stata sollecitata ad effettuare un controllo nella ringhiera metallica a protezione del viadotto perché alcuni cittadini, che abitano nella sottostante vallata della Fiumara, hanno lamentato il pericolo derivante dal distacco di alcune parti metalliche precipitate dalla ringhiera.

Si tratta di interventi di ordinaria manutenzione dettati dalle continue sollecitazioni e dall´usura cui il viadotto è sottoposto ogni giorno. Il ponte è stato inaugurato nel 1967, è lungo 538 metri e fino alla costruzione del viadotto sulla vallata sull´Irminio è stato, con i suoi 134 metri, il più alto d´Europa. Le conferenze di servizio tenute hanno anche affrontato il problema della viabilità lungo la Statale 115 e la possibilità di collegare in modo sicuro ma anche veloce il capoluogo con tutto il versante siracusano. Si dovrebbe andare, come è già stato sperimentato per il viadotto sull´Irminio, all´istituzione di un senso unico alternato solo per il traffico leggero. I mezzi pesanti saranno di certo indirizzati lungo l´asse viario tra Pozzallo e Marina di Ragusa.

La chiusura per tre mesi del ponte Guerrieri comporterà anche una "rivoluzione nel centro storico visto che tutto il traffico da Modica Alta per il quartiere S. Cuore e viceversa non potrà utilizzare appieno il viadotto Guerrieri. L´amministrazione ha chiesto all´Anas di rispettare i tempi di realizzazione dei lavori visto che secondo il cronoprogramma prefigurato si arriverebbe a metà giugno e quindi alla vigilia della stagione turistica che comporta un maggiore volume di traffico.