Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 599
MODICA - 17/01/2014
Attualità - Non è stato possibile discutere dei problemi legati al pagamento della Tarsu

Maggioranza assente a Modica, Consiglio sciolto

Vito D’Antona ipotizza scricchiolii a sei mesi dall’elezione del sindaco Foto Corrierediragusa.it

Seduta sciolta e l´opposizione protesta. Non ci sono i consiglieri della maggioranza ed il presidente del Consiglio è costretto a dichiarare chiusa la seduta. In aula solo cinque dei diciotto consiglieri appartenenti alla maggioranza tanto da far ipotizzare qualche scricchiolo nel compatto gruppo che sostiene l´amministrazione comunale. "E´ un dispendio di energie e di risorse e siamo solo a sei mesi dall´insediamento del nuovo sindaco" dice Vito D´Antona. All´ordine del giorno c´erano una serie di interrogazioni, di cui alcune urgenti, che per forza di cose sono state rinviate. Tra queste c´erano i chiarimenti richiesti per il pagamento della Tarsu. I contribuenti sono in fila ogni giorno presso gli uffici comunali per verificare la congruità delle loro bollette e sono pressati dalla data di scadenza del pagamento che è stata fissata a venerdì 24.

Dice Vito D´Antona: "I contribuenti lamentano che on risultano applicate alcune riduzioni, quasi sempre legate al reddito alla condizione del nucleo familiare. Ci sono tanti errori e tanti cittadini costretti a mettersi in fila per ore per avere diritto alle informazioni e alla modifica dell’avviso. Chiediamo una iniziativa forte dell’Amministrazione Comunale, che, uscendo dall’inerzia manifestata in queste settimane sul problema, sia indirizzata ad eliminare i disagi dei cittadini, potenziando, in primo luogo gli uffici, mediante altro personale, e allungando gli orari di ricevimento; inoltre, è necessario ed urgente l’incontro con i Sindacati, resisi disponibili, perché facciano da primo filtro tra cittadini e Comune".