Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 793
MODICA - 10/01/2014
Attualità - L’appello disperato della sorella Simonetta

Si aggravano le condizioni di salute di Mauro, lasciato solo

Il governatore Crocetta aveva assicurato alla famiglia Terranova un aiuto per sbloccare la situazione, ma nulla si è mosso Foto Corrierediragusa.it

Sono peggiorate le condizioni di salute di Mauro Terranova (foto), il ragazzo 23enne di Modica affetto da atassia spino cerebellare. Le difficoltà respiratorie diventano sempre più debilitanti per Mauro, che, così come altri 250 malati terminali siciliani e circa 28mila in Italia, rischiano di morire per la decisione del Ministero della salute, supportata dalla corrente di pensiero dominante nella comunità scientifica, di boicottare il metodo stamina. «Hanno deciso la condanna a morte di mio fratello – dice Simonetta Terranova – dal momento che si sono tutti defilati dinanzi a questa assurda situazione: dal presidente della Regione all’assessore regionale alla salute, passando per i deputati e il prefetto e chiudendo con l’Asp, che ci ha negato il sostegno economico per far curare Mauro in Israele. In quel centro specializzato – dice ancora Simonetta – sarebbe possibile aiutare mio fratello con un metodo alternativo a quello di Vannoni, ma ci dicono che non possono aiutarci perché quel paese non fa parte della Comunità europea. Tutto questo mentre nonostante lo stop a stamina, i malati terminali che riuscirono a rientrare nel finanziamento dello scorso marzo continuano ad essere curati agli «Spedali» di Brescia».

Il governatore Crocetta aveva assicurato alla famiglia Terranova un aiuto per sbloccare la situazione, ma nulla si è mosso. Si è defilata pure la deputata penta stellata Vanessa Ferreri, che aveva annunciato una mozione di sfiducia all’assessore Borsellino.