Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 887
MODICA - 17/12/2013
Attualità - Accade in vico Nunziatella, nel centro storico.

I "sequestrati" in casa di vico Nunziatella

"Questo disservizio ci sta causando notevoli problemi – dicono i residenti"
Foto CorrierediRagusa.it

Se non sono sequestrati in casa, poco ci manca. È la situazione spiacevole che sta suo malgrado vivendo una famiglia residente in vico Nunziatella, nel centro storico di Modica. Tutto ha avuto inizio a causa di una perdita idrica dalla conduttura comunale segnalata da un residente. Il 31 ottobre scorso gli operai comunali intervennero per riparare la perdita, ma da allora e per settimane (così è ancora oggi), lo scavo effettuato per le manutenzioni è rimasto a «cielo aperto» (foto). I componenti del nucleo familiare, ma anche altri residenti, si ritrovano così da settimane con lo scavo aperto davanti l’uscio di casa e col rischio concreto che i bimbi della zona possano finirvi dentro. «Questo disservizio ci sta causando notevoli problemi – dicono i residenti – ma pare che non si possa coprire lo scavo perché gli operai sono in cassa integrazione.

Così ci hanno risposto dal comune ma non ci sembra un motivo valido – denunciano i diretti interessati – per rischiare la vita delle persone, in particolare dei bambini». La soluzione sembra quindi lontana, nonostante le reiterate segnalazioni agli uffici comunali competenti, effettuate di persona dai residenti o tramite telefonate agli uffici competenti.