Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 847
MODICA - 16/12/2013
Attualità - Coinvolte le 10 classi della scuola elementare e le 6 della Media

Una Natale di solidarietà al plesso S. Marta

I lavori realizzati che saranno oggetto di un sorteggio il cui ricavato andrà destinato a famiglie ed organizzazioni onlus della città. Foto Corrierediragusa.it

Un Natale di solidarietà per gli alunni dell´Istituto S. Marta. Nei quattro plessi sui quali è articolata la scuola sono state infatti promosse iniziative solidali a favore di famiglie indigenti ed in difficoltà. E´ stata una mobilitazione che ha coinvolto non solo gli alunni della scuola elementare e media ma anche le famiglie, i docenti ed il personale. Le famiglie in particolare si sono dedicate alla elaborazione di manufatti originali che fanno bella mostra di sè nell´esposizione che è stata allestita presso la sede di via Vittorio Veneto. I materiali usati sono stati volutamente scelti tra quelli da riciclare anche per inculcare nei giovanissimi studenti la mentalità del recupero e del riciclo.

Ecco che così vecchi Cd sono diventati decorazioni per l´albero di Natale e per il presepe, i contenitori per la spesa addobbi natalizi e così via. E´ stato uno sforzo collettivo non solo in termini di partecipazione ma anche di creatività grazie alla collaborazione degli insegnanti ed all´impulso dato dal dirigente scolastico, Piero Modica. Una mostra è stata dunque allestita nel corridoio centrale della scuola (nella foto) con tutti i lavori realizzati che saranno oggetto di un sorteggio il cui ricavato andrà destinato a famiglie ed organizzazioni onlus della città.

Accanto alla mostra sulle scale che conducono al secondo piano del plesso S. Marta è stato invece realizzato un originale presepe sfruttando il poco spazio che l´edificio offre a causa della perdurante chiusura del primo piano. Entusiasti delle ´esperienza gli alunni delle dieci classi della scuola elementare e delle sei classi di scuola media che hanno visto concretizzato al meglio un progetto che arricchisce la scuola e dona nel contempo un sorriso.