Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 634
MODICA - 07/05/2008
Attualità - Modica - Erbacce e pneumatici abbandonati degradano l’area

Modica: Zona artigianale dimenticata

Gli artigiani non sanno più a quale santo votarsi Foto Corrierediragusa.it

Erba alta, pneumatici abbandonati, cassonetti debordanti di ogni tipo di rifiuti. Il biglietto di presentazione della zona artigianale di Michelica non è dei migliori. Tutte le aree non edificate sono invase da erbacce che non vengono toccate da almeno un anno.

All’anno scorso risale infatti l’ultima scerbatura della zona artigianale; non si tratta solo di decoro ma anche di sicurezza perché tutti gli svincoli e gli incroci all’interno del perimetro artigianale sono coperti e l’automobilista non è in grado di vedere chi proviene da altre direzioni. All’ingresso poi i pneumatici abbandonati non si contano ; sono stati infatti lasciati nei pressi dei cassonetti nella speranza che qualcuno li ritirasse. Così non è stato e lo spettacolo non è di prima qualità anche perché i pneumatici invadono marciapiedi ed anche una porzione della carreggiata.

« Non sappiamo a chi rivolgerci ormai ? dice un operatore del campo della distribuzione che è presente a Michelica ormai da tre anni ? Il comune ci ignora da sempre e non nutriamo molte speranze. Eppure questo dovrebbe essere il fiore all’occhiello della città perché qui si produce lavoro e ricchezza». Artigiani ed imprenditori pensano ad organizzarsi e a ripulire almeno le aree di loro pertinenza e prossime ai loro stabilimenti ma la vastità delle aree abbandonate è tale da richiedere un intervento massiccio anche perché la quantità di erbacce potrebbe fare da esca a qualche incendio.

« Se il comune non è in grado di pensarci ? dicono gli artigiani in coro ? si potrebbe pensare ad altre soluzioni come l’affidamento di tutta Michelica in cambio di sgravi fiscali o facilitazioni nel pagamento di mutui. Una soluzione va trovata o l’erba ci sommergerà.»