Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 382
MODICA - 15/11/2013
Attualità - Gli esiti del vertice romano

Ex palazzo di giustizia Modica da valorizzare

Entro due mesi la Commissione che si occupa alla realizzazione della riforma e degli accorpamenti dei tribunali relazionerà al Ministro della Giustizia per l’eventuale emanazione di interventi correttivi Foto Corrierediragusa.it

L´ex palazzo di giustizia di Modica (foto) va valorizzato. Entro due mesi la Commissione che si occupa alla realizzazione della riforma e degli accorpamenti dei tribunali relazionerà al Ministro della Giustizia per l´eventuale emanazione di interventi correttivi. Sono queste le indicazioni emerse dall´incontro tenutosi presso il Ministero della Giustizia cui hanno partecipato il portavoce del Comitato pro-Tribunale di Modica ed il presidente dell´Ordine forense, Ignazio Galfo. I due rappresentanti del comitato sono stati convocati e ricevuti in dal presidente della Commissione, Annamaria Palma Guarnier, alla quale hanno rappresentato, in tutti i suoi particolari, la situazione che si è venuta a determinare con la Riforma e a seguito dell’accorpamento del Tribunale di Modica a quello di Ragusa. E ´ stata anche manifestata la convinta posizione del Comitato contro l’assurda decisione di destinare gli uffici in locali per nulla adatti e dismettere la sede di Modica che ha tutti i requisiti richiesti.

«Abbiamo illustrato – dice Enzo Galazzo - le criticità della riforma per il circondario anche alla luce dell’eccellente dato infrastrutturale del Palazzo di Giustizia modicano e rappresentato la determinazione della popolazione del comprensorio a non dismettere e, anzi, a valorizzare la struttura giudiziaria già sede del Tribunale di Modica». Il presidente Ignazio Galfo aggiunge: "Ci siamo soffermati in maniera analitica sulle attività dell’ordine forense dalla legge delega 148/11 in poi, ribadendone la capacità di proposta nell’ottica di un effettivo incremento di efficienza del servizio e di riduzione della spesa». La funzionaria ha dimostrato di essere a conoscenza della realtà iblea con particolare riferimento allo stato infrastrutturale del Palazzo di Giustizia di Modica, dopo aver precisato il ruolo tecnico del quale è investita la commissione, ha dichiarato di condividere l’esigenza massima di valorizzare la struttura giudiziaria già sede del Tribunale di Modica».