Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1169
MODICA - 22/10/2013
Attualità - Chiuso anche il protocollo di intesa con l’Azienda forestale per la cura del verde

A Modica verde più ordinato e sicuro lungo le strade

Un secondo protocollo d’intesa siglato punta invece al mantenimento, la cura colturale e la fruizione delle aree a verde pubblico e degli edifici scolastici Foto Corrierediragusa.it

Cura del verde nelle strade della città. La potatura degli alberi che da settimane ormai invadevano la sede stradale ed erano rifugio di centinaia e centinaia di uccelli è stata avviata in questi giorni si opera sugli alberi del centro storico (nella foto). I prossimi interventi riguarderanno la rimozione degli alberi che delimitano la sede stradale e che hanno causato, come nel caso di via Moro al quartiere S. Cuore, il sollevamento dell´asfalto che è potenziale causa di pericolo per gli automobilisti e soprattutto per i centauri. A palazzo S. Domenico sono stati poi sottoscritti due protocolli di intesa con l´Azienda Foreste demaniali per il mantenimento e la manutenzione delle aree a verde pubbliche e degli edifici scolastici.

Oggetto della prima convenzione con gli imprenditori agricoli, rappresentati dalle tre associazioni di categoria, è l’appalto di manutenzione territoriale e ambientale (strade, relitti stradali, aree di proprietà dell’Ente al fine di favorire e promuovere lo svolgimento di attività multifunzionali quali, la promozione delle vocazioni produttive territoriali, la tutela delle produzioni di qualità e delle tradizioni alimentari locali, la sistemazione e la manutenzione del territorio, la salvaguardia del paesaggio agrario e forestale, la cura e il mantenimento dell’assetto idrogeologico. Il secondo protocollo d’intesa siglato punta invece al mantenimento, la cura colturale e la fruizione delle aree a verde pubblico e degli edifici scolastici ai fini del mantenimento delle condizioni igieniche e della prevenzione degli incendi. L’aziende Foreste realizzerà le opere necessarie nell’arco di sei mesi e presenterà il rendiconto dei lavori e delle spese sostenute, sino ad un massimo di 10 mila euro.