Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1365
MODICA - 01/05/2008
Attualità - Modica - Il gemellaggio tra il liceo classico e una scuola di Frena

Studenti norvegesi a Modica: "Beautiful"!

28 studenti hanno apprezzato le tradizioni e le bellezze locali Foto Corrierediragusa.it

«Fantastic, beautiful, optimus». Dall’inglese al latino, non cambiano gli univoci complimenti dei 28 studenti norvegesi rivolti alla Città della Contea. Si tratta di quattro studenti e 24 splendide ragazze, un paio delle quali incarnano addirittura il mito delle dee nordiche. Se ne sono accorti i modicani, e gli anziani in particolare, che hanno riservato sguardi decisamente interessati alle studentesse, come da loro stesse notato con una punta d’imbarazzo. E’ il secondo gemellaggio in quattro anni tra il liceo classico «Tommaso Campailla» e la «Vidaregaande skole» di Frena.

I norvegesi partiranno domani, dopo aver trascorso una settimana piena tra «Eurochocolate» e la festa del patrono San Giorgio. E’ stato quest’ultimo evento quello preferito dagli studenti, che ne hanno apprezzato l’aspetto folkloristico e la suggestiva coreografia, bollando la festa come «very exciting». Gli studenti si sono altresì concessi grosse scorpacciate di cioccolato, definito «very good».

Anche il principal della scuola norvegese Arne Stavik è stato concorde con i ragazzi, che hanno definito la permanenza a Modica come «la più bella vacanza della loro vita». Qualche pecca è stata riscontrata dai norvegesi nel traffico troppo caotico e nell’irreperibilità del loro cibo abituale. Gli studenti modicani si recheranno in Norvegia in autunno assieme al docente e coordinatore Fortunato Gennaro. Soddisfazione è stata espressa dal dirigente scolastico del liceo Salvatore Carpanzano per il consolidato rapporto instaurato con la scuola norvegese.