Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1458
MODICA - 08/10/2013
Attualità - Il sindaco di Modica chiede conto e ragione sui finanziamenti agli ospedali

Abbate contro Piccitto pure sulla sanità

Il sindaco modicano vuole che Piccitto convochi al più presto la conferenza dei sindaci Foto Corrierediragusa.it

Ignazio Abbate entra ancora una volta in rotta di collisione con Federico Piccitto. Dopo lo scambio epistolare a muso duro tra il sindaco di Modica ed il suo collega del capoluogo per via della sistemazione logistica dell’accorpato tribunale di Modica Ignazio abbate stavolta entra a piedi uniti nella questione sanità. Il sindaco modicano vuole che Piccitto convochi al più presto la conferenza dei sindaci di cui Piccitto è presidente. Un mese fa, ricorda Abbate, era stata chiesta la convocazione della conferenza ma ancora nessun segnale è arrivato da Ragusa. Dice Ignazio Abbate: «E’ bene fare chiarezza, una volta per tutte, sui quattro milioni e mezzo destinati dall’Azienda ospedaliera esclusivamente al nuovo ospedale del capoluogo. E’ una scelta che mi lascia perplesso e nello stesso tempo mi preoccupa, come mi preoccupano le scelte mirate al solo ospedale Giovanni Paolo II che di fatto esclude altri ospedali con le stesse necessità e magari con maggiori esigenze per le quali si rischia anche la chiusura».

Abbate pensa, naturalmente al Maggiore, dove i lavori per il Pronto soccorso non iniziano e dove altri interventi per l’istituzioni di nuovi reparti sono stati rinviati nonostante le rassicurazioni del commissario straordinario dell’Asp. Precisa e perentoria la richiesta di Ignazio Abbate: « Piccitto convochi in tempi ragionevolmente brevi, un´apposita conferenza dei Sindaci, al fine di fare chiarezza sul programma dell´Azienda Sanitaria e in particolare quali iniziative s´intendono assumere per il distretto sanitario e per il presidio sanitario di Modica».

Nella foto da sx Abbate e Piccitto