Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 859
MODICA - 02/10/2013
Attualità - L’analisi di Claudio Conti di Legaabiente è stata impietosa

Sui rifiuti Modica rischia aumento tassa del 50%

Dibattito al Forum del M5S dove non si è presentato il sindaco Ignazio Abbate

Futuro nero per la città Almeno sul piano della raccolta dei rifiuti e del nascente consorzio che dovrà sostituire gli ormai disciolti Ato Ambiente. L´allarme è stato lanciato alla Festa dei Movimenti 5 Stelle nel corso del dibattito cui ha partecipato Claudio Conti, LegaAmbiente ed anche assessore del comune capoluogo.

«Sono convinto che nelle attuali condizioni, le tasse sui rifiuti del Comune di Modica aumenteranno del 50 per cento" ha detto Conti per il quale i consorzi per la gestione dei rifiuti potrebbero escludere il Comune di Modica, a causa della morosità dello stesso nei confronti degli altri comuni della provincia con un quadro che prevede, andando a delineare un accordo tra Scicli, Ispica e Pozzallo da una parte e Ragusa con i Comuni Montani dall´altra, lasciando Modica a sé.

Al Forum era atteso il sindaco Ignazio Abate che ha evitato il confronto. Dice Marcello Medica del M5S: "E´ stato un vero peccato, dato che l´assessore ragusano è conoscitore dell´argomento e della storia della gestione dei rifiuti in tutta la provincia ed avrebbe potuto dare preziosi consigli al primo cittadino modicano. Invitiamo comunque il sindaco a confrontarsi su questi temi, poiché il nostro è un atteggiamento costruttivo volto a risolvere i problemi dei cittadini, non certo opporci a questa Giunta in maniera cieca e improduttiva. Abbiamo già avanzato alcune proposte come Centri di Raccolta differenziata partecipata, per informare i cittadini, controllare il flusso dei rifiuti, applicare le detrazioni a chi fa raccolta differenziata, ordinare un sistema di raccolta". Il M5S propone anche la bonifica della di Gisirotta per impedirne il futuro utilizzo come discarica attraverso sistemi di bonifica naturali.