Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 729
MODICA - 24/09/2013
Attualità - La delegazione capeggiata dal sindaco ha incontrato Anna Maria Cancellieri

Il ministro: "Sul tribunale nessun passo indietro"

Insediata una commissione ministeriale per verificare l’attuazione della riforma ed apportare entro un anno eventuali aggiustamenti

Non poteva essere risolutiva e non lo è stata. La missione romana della delegazione che ha perorato la causa della sopravvivenza del tribunale di Modica ha trovato "disponibilità all´ascolto", come dice il sindaco Ignazio Abbate. In termini concreti nessuna speranza, almeno a breve, di salvare in qualche modo l´istituzione. Il ministro Cancellieri è rimasta ferma sulle sue posizioni ed ha confermato che la riforma, pur con tante difficoltà logistiche, organizzative ed economiche va avanti. L´unico spiraglio che resta aperto è l´istituzione di una commissione ministeriale speciale che dovrà valutare entro un anno le eventuali difficoltà applicative della riforma, l´opportunità di aggiustamenti o di revisione dell´attuale geografia dei tribunali.

Modica, in forza della struttura moderna e funzionale che vanta, potrebbe avere qualche chance almeno per conservare il Civile e giustificare l´investimento dello Stato nella struttura costata dodici milioni di euro, ma è tutto un discorso da verificare. La certezza è invece che il Ministero del Bilancio ha deciso una riduzione al 75 per cento del contributo di funzionamento per i comuni sedi di tribunale. Per i comuni, in questo caso Ragusa è il primo interessato, si tratta di un ulteriore salasso sul bilancio ma anche Modica non ride perchè aveva fatto conto di avere cinque milioni di euro per il pregresso e dovrà rifare ora i conti.

"Siamo rimasti senza parole" ha commentato il sindaco ed è a questo punto opportuno fare una riflessione sulla convenienza di insistere su un tribunale che ospitando solo il "Civile" costerà un mare di soldi per il suo funzionamento piuttosto che devolvere le stesse somme verso altri servizi di cui tutta la comunità ha necessità.