Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 933
MODICA - 30/08/2013
Attualità - Funzioneranno in diverse zone della città e ci sarà un operaio a disposizione dei cittadini

Tre isole ecologiche a Modica per raccolta ingombranti

l’amministrazione ha dovuto investire 40 mila euro per bonificare le tante discariche abusive cresciute nel territorio

Tre isole ecologiche per tamponare il fenomeno discariche abusive. A giorni i tre siti prescelti, alla Sorda, a Dente-Crocicchia e a Modica Alta, oltre ad uno supplementare estivo a Marina di Modica, saranno funzionanti ed i cittadini potranno depositare gratuitamente i materiali ingombranti di varia natura. Nei tre siti sarà presente un operaio comunale che assisterà i cittadini nel deposito del materiale. La misura è stata messa a punto nel corso di una riunione tenutasi a palazzo S. Domenico tra il sindaco Ignazio Abbate, il titolare della ditta Giorgio Puccia, che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, ed i funzionari dell´Ufficio Eocologia.

L´amministrazione ha anche messo a disposizione dei cittadini un numero verde (3466558045) perchè possa essere richiesto il servizio di ritiro degli ingombranti, sempre a titolo gratuito, a domicilio. I due sistemi saranno operativi in contemporanea in attesa che l´amministrazione dia il via al bando pubblico per la gara di raccolta degli ingombranti e dei materiali riciclabili. La localizzazione dei tre siti che funzioneranno come isole ecologiche è la vera novità del sistema di raccolta visto che finora erano state invocate da più parti ma non erano mai state attivate.

Le conseguenze sono ben visibili sul territorio a causa del proliferare di tante discariche abusive nei luoghi più impensabili e più imprevisti con danno all´ambiente ed al decoro della città. Molti siti sono stati bonificati, soprattutto nel corso dell´estate, ma il costo è stato notevole visto che l´amministrazione ha dovuto investire 40 mila euro per tamponare una problema molto sentito dai cittadini e denunciato da associazioni, sindacati ed organizzazioni varie. Tutto il sistema della raccolta e smaltimento dei rifiuti sarà comunque cambiato, almeno nelle intenzioni del sindaco Ignazio Abbate.

Scade in questi giorni, infatti, l´ennesima proroga di affidamento del servizio alla ditta Puccia e l´amministrazione vuole cambiare passo. Dice il sindaco: "Pubblicheremo un bando che conterrà numerose novità. Pensiamo ad una impostazione diversa rispetto a quello elaborato dalla precedente amministrazione e soprattutto vogliamo farla finita con le proroghe".


31/08/2013 | 10.18.45
Salvatore Alecci

Inizialmente il Sindaco aveva parlato di un´isola ecologica anche per la frazione di Frigintini... A cosa dobbiamo questo cambio di rotta?