Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 754
MODICA - 10/08/2013
Attualità - Il decreto è stato firmato dal Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri

Il penale va a Ragusa, a Modica resta il civile

Resta comunque accorpato al Tribunale di Ragusa come era stato previsto dalla riforma Foto Corrierediragusa.it

Proroga di due anni. Il tribunale di Modica (nella foto: la sede di piazzale Beniamino Scucces) è salvo ma a metà. Il decreto firmato due giorni fa dal Ministro di Grazia e Giustizia, Anna Maria Cancellieri, apporta infatti un sostanziale correttivo a quanto previsto dalla precedente riforma della geografia giudiziaria. Pur se resta confermato l´accorpamento con Ragusa il Tribunale di Modica resterà aperto dal punto di vista logistico ed organizzativo. La sede modicana infatti è destinata ad accogliere gli uffici del "Civile" mentre tutte le altre sezioni saranno ospitate a Ragusa.

Il tribunale sarà dunque unico ma con due sedi. La chiusura totale che doveva partire dal prossimo 13 settembre è scongiurata almeno peri prossimi due anni visto che il decreto concede un periodo di proroga di 24 mesi. Si prevede inoltre che questo periodo possa essere esteso a cinque anni e, come sottolinea la senatrice Venerina Padua: "Sarà cura del Parlamento adoperarsi per cercare di eliminare le varie anomalie al disegno di legge di revisione della geografia giudiziaria". La proroga della chiusura potrebbe infatti preludere ad un diverso assetto degli Uffici giudiziari in provincia considerando le difficoltà strutturali di Ragusa e viceversa l´ampia disponibilità e funzionalità della sede modicana.

Toccherà al territorio ed alle sue forze istituzionali fare in modo in questo lasso di tempo trovare un equilibrio che soddisfi le varie esigenze ed in principal modo l´amministrazione della giustizia. Nino Minardo, parlamentare Pdl, vede per esempio, nei Tribunali riuniti di Ragusa e Modica, la soluzione più ragionevole ma è anche vero che dal 13 settembre l´unico tribunale della provincia sarà quello di Ragusa con Modica che ospiterà una sezione più gli uffici del giudice di pace. Toccherà al presidente del Tribunale Tamburini, che tra l´altro conosce molto bene la realtà modicana, individuare la scelta migliore per l´utilizzo dei locali di piazzale Scucces. Per Modica il decreto di proroga è una boccata di ossigeno che scongiura la cancellazione totale. E´ anche il riconoscimento di una battaglia lunga condotta dalle istituzioni locali e dall´Ordine forense.

Dice Venerina Padua: "E´ una grande vittoria per il territorio della nostra provincia che non avrebbe potuto privarsi di due realtà che hanno rappresentato e continuano a rappresentare dei fondamentali presidi di legalità. Sono soddisfatta per la disponibilità fornita da alcuni senatori che nelle scorse settimane sono venuti a Modica per rendersi conto, dopo un sopralluogo effettuato prima alla casa circondariale e poi al palazzo di Giustizia. Non abbiamo risolto in maniera definitiva il problema, ma in questo modo abbiamo il tempo necessario per definire tutti i correttivi indispensabili allo scopo di rendere praticabili tutti i percorsi che, per quanto riguarda il Tribunale di Modica ma anche con riferimento al carcere, faranno sì che le due realtà possano regolarmente continuare a funzionare».