Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 596
MODICA - 07/08/2013
Attualità - La seduta aperta del consiglio comunle per affrontare il caso delle antenne satellitari di Niscemi

No Muos: consiglio comunale Modica sostiene la battaglia

Il presidente del consiglio Roberto Garaffa ha chiesto al sindaco di mettere a disposizione, soprattutto dei giovani, dei bus per la trasferta per la manifestazione in contrada Ulmo

Piena e incondizionata adesione e partecipazione del Comune di Modica – Sindaco, giunta e consiglio comunale- alla manifestazione nazionale per protestare contro l’istallazione del sistema satellitare, il Muos di Niscemi. Il consiglio, convocato in seduta aperta su richiesta dei vari comitati "No Muos", è stato compatto nella votazione della mozione nel corso della seduta dedicata all´argomento ed il presidente del consiglio comunale Roberto Garaffa ha chiesto al sindaco di mettere a disposizione, soprattutto dei giovani, dei bus per la trasferta.

Il consiglio ha anche auspicato una riunione della conferenza dei presidenti dei consigli comunali della provincia di Ragusa per redigere un unico ordine del giorno contro la installazione delle parabole satellitari in contrada Ulmo nella sughereta di Niscemi e quindi passaggio alle conferenze dei capigruppo consiliari e quindi adozione del documento in seduta congiunta ed il coinvolgimento dei comuni siciliani e dei parlamentari regionali e nazionali per una manifestazione regionale su base istituzionale con la convocazione dei consigli comunali a Niscemi Queste sono le decisioni assunte e sintetizzate ieri sera al Presidente del consiglio comunale, Garaffa, al termine del civico consesso aperto per discutere sull’argomento «No Muos»; consiglio voluto dai comitati che sostengono questa vertenza.