Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 772
MODICA - 22/04/2008
Attualità - Modica - Dopo 15 mesi di lavori l’inaugurazione il prossimo 8 maggio

Modica: Riapre il Santuario

Alla presenza del Vescovo di Noto Mons. Mariano Crociata Foto Corrierediragusa.it

Il Santuario della Mdonna delle Grazie (nella foto durante il cantiere) riapre. Dopo quindici mesi di lavori la chiesa della Madonna delle Grazie sarà riaperta al culto ed ai visitatori giovedì 8 maggio alla presenza del vescovo di Noto Mons Mariano Crociata.

Il vescovo concelebrerà la funzione religiosa alle 19 in occasione della solenne riapertura del santuario. L’edificio è stato messo in sicurezza e ristrutturato grazie al finanziamento di quasi 800 mila euro erogato dalla protezione civile; secondo il calendario dei lavori la riapertura sarebbe dovuta avvenire dopo l’estate ma l’impresa ha anticipato i tempi ed ha così consentito di fare coincidere la festa della Madonna delle lacrime con la riapertura del santuario.

La parrocchia e la comunità hanno approfittato dei lavori per arricchire ed abbellire la chiesa con altri interventi di particolare importanza. La più significativa dal punto di vista storico architettonico riguarda la riapertura della porta sul lato destro della chiesa che affaccia sulla città; un portone in legno lamellare di rovere darà un secondo accesso alla chiesa e soprattutto ripristina la seconda entrata che agli inizi del secondo fu murata.

Sopra il portone principale è stata invece sostituita la vecchia finestra ed un artista locale, Alessandro Di Rosa, ha creato una vetrata istoriata con scene tratte dal vangelo. Il prospetto della chiesa che affaccia sulla piazzetta sarà dotato di una illuminazione artistica. Il parroco, Don Umberto Bonincontro ha dato il via anche ai lavori di restauro dei 44 banchi destinati ai fedeli.

I lavori supplementari hanno richiesto un intervento economico di 43 mila euro che la comunità parrocchiale cercherà di coprire. « Contiamo sui contributi di parrocchiani e non ? dice Don Umberto Bonincontro. Speriamo nei tanti devoti della Madonna; abbiamo cercato di rendere il santuario più accogliente ed ogni piccolo segnale di solidarietà sarà il benvenuto».