Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 959
MODICA - 17/04/2008
Attualità - Modica - Un’edizione maledetta, la quarta della doce kermesse

Vigili urbani in agitazione:
boicotteranno Eurochocolate?

Dopo quella dei netturbini, altra tegola per il patron Guarducci Foto Corrierediragusa.it

Altra tegola su Eurochocolate. I vigili urbani annunciano di astenersi dal lavoro straordinario e battono cassa. Un documento in tal senso è stato notificato al comandante Miriam dell’Ali (nella foto).

I vigili non intendono lavorare più di sei ore a meno che non sia approntato un progetto per il lavoro straordinario che la manifestazione comporta. La rabbia dei vigili nasce dal mancato pagamento dello straordinario della scorsa edizione di Eurochocolate quando tutto il personale fu mobilitato; i mandati di pagamento sono fermi all’ufficio di ragioneria ed i vigili non intendono assicurare le loro prestazioni al di fuori del loro normale orario di lavoro.

Non ci sono solo i vigili a minacciare il regolare svolgimento della manifestazione perché i rappresentanti sindacali degli operatori ecologici hanno confermato il loro stato di agitazione nonostante ieri sia stata pagata la metà restante dello stipendio di febbraio.

Entro venerdì il commissario straordinario Giovanni Bologna dovrà dare una risposta concreta visto che il personale attende il pagamento del mese di marzo. « Confermiamo lo sciopero di lunedì 21 e lo stato di agitazione con assemblee continue nel corso di tutta la prossima settimana ? conferma Franco Notarnicola.

A palazzo S. Domenico si attende il trasferimento regionale che dovrebbe consentire il pagamento del personale ma nello stesso tempo monta la rabbia dei dipendenti comunali che oggi tengono una assemblea nell’aula consiliare. I dipendenti attendono anche loro il pagamento dello stipendio di marzo e sono preoccupati per l’evolversi della situazione.

Le risorse disponibili per loro infatti sono state in buona parte impiegate per il pagamento dei netturbini, del personale delle cooperative e della Multiservizi per un totale disponibile di 680mila euro e solo il trasferimento regionale può assicurare loro il pagamento dello stipendio arretrato.