Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 484
MODICA - 19/06/2013
Attualità - Eletto all’unanimità. Vice è Paolo Failla, segretario Francesco Frasca Polara

Giuseppe Nuccio presidente Consorzio Turistico Modica

Il Consorzio godrà del 90 per cento dei proventi della tassa di soggiorno in vigore già dall’inizio del mese Foto Corrierediragusa.it

Giuseppe Nuccio è il presidente del "Consorzio degli operatori turistici della città di Modica». Nuccio è stato eletto all’unanimità dai componenti del consiglio direttivo a conclusione dei lavori tenutisi presso il palazzo della Cultura. Il neo presidente è stato scelto per la sua ampia e riconosciuta competenza nel settore turistico e che ha dimostrato nella gestione delle strutture alberghiere e non di cui è titolare non solo in Italia ma anche in Francia. Vice presidente è stato eletto Paolo Failla,, segretario Francesco Frasca Polara, tesoriere Pietro Sapdola. Altri componenti del consiglio di amministrazione sono Carmelo Muriana, Anselmo Minutoli, Giuseppe Fava, Simona Todaro e Michele Gugliotta, in qualità di delegato del Sindaco.

I soci fondatori del Consorzio si sono costituiti formalmente in associazione davanti al notaio Rosa Torre. Si tratta in tutto di 24 soci rispetto ai quaranta che avevano avanzato domanda di adesione. Le porte del Consorzio tuttavia restano aperte ed in corso d’opera altri soci potranno aderirvi.
Il Consorzio avrà il compito di potenziare e sviluppare le capacità economiche e produttive dei singoli consorziati adottando un piano pluriennale di marketing territoriale per l’ospitalità e il turismo a Modica.

La mission si concretizzerà nella progettazione e gestione di prodotti turistici innovativi,nella promozione e nella commercializzazione dei prodotti turistici, nell’organizzazione dei servizi collettivi, nella gestione delle strutture collettive. Il Consorzio inoltre potrà contare per le risorse sui proventi della tassa di soggiorno che è stata istituita a partire dall’inizio di questo mese. Si calcola che non meno di 250 mila euro potranno essere incamerati dalla tassa e, come da statuto, il 90 per cento della somma sarà di pertinenza del Consorzio per i suoi fini istituzionali.

(nella foto: un gruppo dei soci fondatori del Consorzio)