Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 770
MODICA - 02/10/2007
Attualità - Modica - Sabato la manifestazione al quartire Sorda

I commercianti in corteo
"Ritorni la vecchia viabilità"

La riapertura di via Nazionale non è bastata Foto Corrierediragusa.it

Via Nazionale riapre ma le polemiche sulla viabilità del S. Cuore non finiscono. Sabato mattina infatti commercianti, artigiani, residenti del quartiere scenderanno in corteo per manifestare tutto il loro disagio ed il loro malcontento per un piano che non li soddisfa.

La manifestazione prevede un corteo che si snoderà lungo la via S. Cuore, via Moro, Resistenza Partigiana per concludersi in piazza Libertà; la conferma è venuta dagli stessi promotori che assicurano che le adesioni sono già numerose. Oggi pomeriggio intanto a palazzo S. Domenico il sindaco Torchi incontra una delegazione di artigiani per affrontare con loro i problemi ancora sul tappeto.

« Non ci saranno molte discussioni ? dice Saro Vindigni ? A Torchi diremo che bisogna tornare al passato. Il nuovo piano non va nonostante l’apertura di via Nazionale. Di questa beneficiano solo quanti vengono dal centro storico mentre per il S. Cuore e soprattutto per chi viene da fuori i problemi restano ».

Gli artigiani di via S. Giuliano, piazza Libertà e via S. Cuore restano così sul piede di guerra e sembrano irriducibili sulle loro posizioni nonostante la riapertura di via Nazionale abbia apportato indubbi benefici a tutta la viabilità cittadina. Nonostante sia aperta ad una sola corsia a salire il traffico per il S. Cuore è stato molto fluido in tutte le ore della giornata a cominciare da quelle di punta ed anche i flussi da via S. Giuliano verso il centro ne hanno risentito con meno ingorghi e meno intoppi.

«Dovrebbe essere sempre così ? dice un commerciante di piazza Rizzone ? La via Nazionale deve restare sempre a senso unico a salire e via S. Giuliano a scendere; anche il sindaco Ruta ci aveva pensato e l’esperimento, seppure fu poi sospeso, funzionò. Torchi ci pensi «. Con la via Nazionale a senso unico è cambiato anche il senso di direzione della via Trani che è ora percorribile a senso unico verso il centro storico. Il sistema tiene ed i grafici con i flussi del traffico che l’assessore Giorgio Aprile ha prodotto confortano sindaco ed amministratori ma sono stati recepiti con una certa sufficienza dagli utenti della strada. I rilievi sono stati fatti nel corso dell’ultimo mese dai vigili urbani che hanno registrato i vari passaggi agli incroci più sensibili.

«I tempi di percorrenza sono abbassati del quaranta per cento ? dice Aprile- gli incidenti stradali si sono ridotti rispetto all’anno scorso nello stesso periodo e l’inquinamento acustico ed atmosferico è ridotto grazie alla di munizione dei blocchi della circolazione. Quando sistemeremo definitivamente la segnaletica orizzontale e verticale ci saranno ulteriori miglioramenti. E’ mia intenzione inoltre fare ricorso ad una pattuglia automontata per tenere sotto controllo l’area interessata ed intervenire alla bisogna. Il piano funziona, dobbiamo solo metabolizzarlo. Andiamo avanti così.»

(Foto MAURIZIO MELIA)