Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 898
MODICA - 29/05/2013
Attualità - Vertice palermitano per il futuro della municipalizzata

Futuro meno incerto per i 95 dipendenti della SpM

Il sindaco Antonello Buscema e l’assessore alle Finanze Santino Amoroso hanno incontrato a Palermo il direttore dell’assessorato regionale al Lavoro, Anna Rosa Corsello

Schiarita sul futuro dei 95 dipendenti della Servizi per Modica. Il sindaco Antonello Buscema e l’assessore alle Finanze Santino Amoroso hanno incontrato a Palermo il direttore dell’assessorato regionale al Lavoro, Anna Rosa Corsello, con la quale hanno concordato alcune misure per evitare i tagli al personale che sarebbero stati necessari in forza del piano di riequilibrio finanziario che ha imposto una decurtazione di un milione 400mila euro al bilancio della SpM. All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di categoria, i quali hanno convenuto sulla necessità di firmare l’accordo prospettato entro la fine del mese per attivare le misure di sostegno a favore dei lavoratori. L’accordo prevede nello specifico l’attivazione di contratti di solidarietà che prevedono da un lato la riduzione di circa il 20 per cento delle ore di servizio che saranno, grazie all’accordo, recuperate con dei corsi di formazione professionale che saranno utili allo svolgimento delle attività svolte dal personale.

Si tratta in partica di corsi di riqualificazione professionale che saranno finanziati con fondi regionali e che non peseranno sulle casse comunali. In tal modo il salario dei dipendenti non sarà intaccato perché quello che andrà perduto per un minore monte orario sarà recuperato attraverso i corsi attivati. Il direttore dell’assessorato ritiene che questa sia la via di uscita più praticabile ed ha assicurato che le risorse sono disponibili ed utilizzabili. L’amministrazione dal suo canto presenterà anche la richiesta della Cassa integrazione in deroga anche se questa possibilità resta teorica visto che non ci sono risorse disponibili per questo tipo di ammortizzatore sociale. Il sindaco ed i rappresentanti sindacali incontreranno domani a palazzo S. Domenico i lavoratori della SpM per illustrare i dettagli dell’accordo che viene ritenuto al momento l’unica via di uscita per evitare drastiche riduzioni del personale.