Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 762
MODICA - 26/05/2013
Attualità - Incontro a palazzo S. Domenico con Guardia di Finanza, Vigili urbani, sindacati ed associazioni

Abusivismo guide turistiche: controlli più serrati

La polizia municipale svolgerà un’azione di controllo e di monitoraggio insieme agli agenti della Guardia di Finanza per cercare di limitare, se non di debellare, il fenomeno

Il problema è vecchio e ritorna puntualmente con la vecchia stagione. C’è abusivismo strisciante nel mondo delle guide turistiche in città e la categoria lamenta intrusioni e scarsa professionalità da parte di quanti si prestano come guide a comitive e gruppi di turisti sena averne titolo. L’incontro promosso dall’assessore alla Polizia municipale, Tato cavallino, a palazzo S. Domenico, è servito ad affrontare il caso con i diretti interessati, ovvero quanti sono regolarmente in possesso del patentino di guida turistica. Presenti anche i responsabili dei Vigili urbani e della locale Tenenza della Guardia di Finanza, i vertici dell’Ascom ed alcune sigle sindacali, tra cui la Confsal.

Dice l’assessore Cavallino: «I solleciti e le lamentele sul fenomeno delle guide turistiche abusive in città sono parecchie ed è per questo motivo che ho ritenuto promuovere l’ incontro per trovare le adeguate misure per risolvere questo spiacevole fenomeno. Ci troviamo di fronte ad una situazione molto sgradita in quanto da una parte, considerato che si tratta di un vero e proprio abusivismo della professione, non c´è la competenza e la preparazione necessarie per promuovere il territorio così come dovrebbe essere fatto; di contro si assiste, inoltre, a veri e propri condizionamenti da parte dei suddetti accompagnatori nella scelta degli esercizi commerciali dove i turisti possono fare i loro acquisiti, che in genere sono sempre gli stessi. Questi sono fatti incresciosi che non possono essere più permessi». Il caso è infatti nato, ancora una volta, da comitive di turisti indirizzati sempre verso gli stessi esercizi commerciali per gli acquisti di cioccolato e souvenir a discapito di tutti gli altri. La polizia municipale svolgerà un’azione di controllo e di monitoraggio insieme agli agenti della Guardia di Finanza per cercare di limitare, se non di debellare il fenomeno.

«Questi interventi sono dovuti nei confronti di tutti i commercianti - dice ancora l’assessore Cavallino; tutti hanno il diritto di lavorare e di offrire a chi arriva da fuori le proprie specialità. Solidarietà e vicinanza per le guide turistiche iblee che svolgono regolarmente la loro professione e con le quali c´è piena sintonia».