Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:47 - Lettori online 1021
MODICA - 15/05/2013
Attualità - Riunione operativa alla presenza del commissario straordinario Asp, Angelo Aliquò

Nuovi servizi al "Maggiore" ed al "Busacca"

Nel nosocomio sciclitano prevista anche la sede locale della sezione Avis

Miglioramento, ampliamento ed istituzione di nuovi servizi. Una riunione operativa si è tenuta all’ospedale Maggiore alla presenza del commissario straordinario dell’Asp 7, Angelo Aliquò, e del parlamentare Udc Orazio Ragusa. Erano presenti anche funzionari e medici che hanno dato il loro contributo di idee per migliorare alcuni servizi offerti. Si è parlato innanzitutto del Pronto soccorso del Maggiore che allo stato attuale è ubicato in locali angusti e poco funzionali.

Il commissario straordinario ha assicurato che nuovi locali saranno messi a disposizione ed inoltre verrà realizzato il sistema della «osservazione breve» che consentirà di monitorare al meglio i pazienti che arrivano in ospedale. Orazio Ragusa da parte sua ha chiesto un aumento del personale medico e paramedico in organico visto l’ampio bacino di utenza, 120 abitanti, che il Pronto soccorso del Maggiore serve.

E’ emersa inoltre la lamentale dei medici di famiglia nel momento in cui devono richiedere interventi per i propri pazienti. Si tratta di una procedura troppo lenta e burocratica che si cercherà di snellire grazie anche all’utilizzo dei mezzi informatici per richiedere direttamente le prenotazioni. Si è discusso della struttura che sta per essere avviata nei locali del Busacca di Scicli, in convenzione con l’Oasi di Troina. L’impegno del Commissario Aliquò e di assicurare la piena operatività della struttura entro 4 mesi.

Il commissario ha anche rassicurato sul superamento degli ultimi impedimenti riguardanti la concreta realizzazione della piscina, per fini terapeutici, all’interno del nosocomio sciclitano. In questo modo si arricchiranno i servizi a favore dei pazienti della riabilitazione che dovrebbero passare da 18 a 22. Al «Busacca», inoltre, sarà ospitata la sede dell’Avis locale.